Press "Enter" to skip to content

CVA, ‘no’ al rinnovo dell’attuale ‘management’. Opposizione chiede Consiglio straordinario

Intendiamo impegnare il presidente della Regione a non rinnovare l’incarico dell’attuale management” della Copmpagnia Valdostana delle Acque” hanno affermato, ieri, in Consiglio regionale, i consiglieri del M5s, Lega Vda e Rete Civica.

Un Consiglio di amministrazione (in scadenza il 30 giugno prossimo) accusato di “aver deliberatamente e pubblicamente sostenuto la quotazione in borsa della società, tutt’ora sospeso e mentre il Consiglio regionale stava ancora valutando le varie opzioni”.

I consiglieri ricordano, tra l’altro, come sia Place Deffeyes l’unica autorità deputata a decidsere sul futuro della Compagnia Valdostana delle Acque.

L’opposizione ha ribadito “la gravità del comportamento e la scorrettezza deontologica”

La risoluzione richiesta relativa anche al bilancio 2018 della società, chiesta dal M5s, non è stata discussa in quanto respinta dalla Conferenza Capigruppo. L’opposizione ha, pertanto, rilanciato l’urgenza di una seduta straordinaria dell’Assemblea concentrata su CVA “anche alla luce dell’attuale situazione politica dove diciassette consiglieri, che si definiscono maggioranza ma non lo sono, occupano, in modo fraudolento le posizioni di governo e pensano di poter fare una nomina così importante per la Valle d’Aosta senza ascoltare la maggioranza del Consiglio regionale”.

Please follow and like us:
error

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram