Press "Enter" to skip to content

Resort Belvedere il piacere di una scelta giusta

Disposto ad anfiteatro sullo splendido Golfo di Orsera è aperto da aprile ai primi di novembre ed è la location ideale per un viaggio alla scoperta dell’IstriaUn azzeccato claim degli anni passati diceva “L’Istria ….. dove i sogni diventano realtà”. Ed è tutto vero, anche adesso. Infatti questa penisola a forma di cuore a due passi dall’Italia, immersa nel profondo azzurro delle  acque dell’Adriatico, è un giardino segreto ricco di tante bellezze, che apre le sue porte al caldo ed assolato Mediterraneo. Per la maggior parte in territorio croato, è una terra dai mille volti. Infatti, se da un lato, con il suo mare cristallino, le coste pulite, i porti, le tante barche dei pescatori e le brulicanti viuzze lastricate, richiama il fascino del Mediterraneo, dall’altro, con le sue pittoresche cittadine medievali sulle colline dell’entroterra, ricorda la tranquillità tipica della Croazia continentale, il cui paesaggio ricorda i panorami della Toscana o della Provenza.
L’intera penisola  meriterebbe di essere visitata con calma per apprezzarla appieno, anche perchè non bisogna mai dimenticare che da queste parti i “sogni diventano realtà”. Orsera, in croato Vrsar, può essere la base per un viaggio di scoperta delle tante città del litorale adriatico. Fra cui, oltre ad Orsera, Pula (Pola), Rovinj (Rovigno), Poreč (Parenzo), Cittanova presso Zara (Cittanova) e Umag (Umago), per toccare con mano le tracce delle civiltà più antiche e l’eredità di Venezia. La location ideale, da eleggere a “base” per questo viaggio è sicuramente il Resort Belvedere, una struttura turistica, costruita a ridosso della spiaggia, che si distende a raggiera sullo splendido arcipelago orserese.  Fra i tanti vantaggi, è che in pochi minuti si arriva a piedi nel centro cittadino, direttamente sul lungomare.

Poi da lì, inerpicandosi per le antiche stradine si arriva al Castello, un tempo dimora vescovile ed alla Chiesa di San Martino. L’intero centro storico è ricco anche di angoli suggestivi e di caratteristiche viuzze in pietra. Arrivati al Castello si può tornare in paese percorrendo la scalinata che c’è alle spalle della chiesa. Un piacevole venticello diffonde nell’aria il profumo del mare, di pini maestosi e giardini curati, e l’attento orecchio coglie i seducenti suoni della cittadina mediterranea che si risveglia.

Stanze ed appartamenti 
La struttura dispone di 134 camere doppie e 176 appartamenti, tutti stupendamente arredati, attorniati da un bel giardino e suddivisi in 16 padiglioni realizzati su tre livelli, collegati fra loro da cinque scale mobili. Le spiagge attorno al Resort sono baciate dal sole e bagnate da un mare limpido e smeraldino.

Le stanze doppie, di categoria Superior, sono spaziose (da 21 a 29 metriquadri) con vista su Orsera e le sue isole oppure sulla pineta che si protende sino al mare.

Le “Doppie” di categoria Premium, di 30 metriquadri, sono collocate in prima fila direttamente sul mare per godere del piacere della brezza marina sulla terrazza. Anche gli appartamenti sono di varia ampiezza. Le tipologie sono “Standard”, “Premium” “Studio” e “Superior”, I più piccoli, si fa per dire, sono di 35-38 metriquadri e sono adatti per un massimo di tre persone. Quelli di tipologia “Standard”, piacevoli ed intimi, con una loggia che guarda a sud, sono semplicemente confortevoli. Quelli invece “Premium” hanno tutto ciò che serve per rendere speciale ogni vacanza. Gli appartamenti di categoria “Superior, spaziosi (45 – 55 metriquadri) e confortevoli sono l’ideale per osservare il tramonto dal balcone o dal divano, seduti in soggiorno. In questa categoria ci sono anche gli appartamenti con due camere da letto separate ed un soggiorno.

Gli appartamenti più spaziosi, ideali per la famiglia, hanno una metratura da 67 a 79 metriquadri e sono dotati di un ampio soggiorno e due camere da letto ognuna con bagno. Al centro del villaggio una spettacolare piscina di oltre 400 metriquadri con tanti lettini “prendisole” ed ombrelloni a disposizione degli ospiti che, in tal modo, possono evitare di andare in spiaggia.

Il Resort (aperto da aprile ai primi di novembre) non è dotato di una area wellness e SPA. Gli ospiti però possono usare quella dell’attiguo Hotel Pineta, un trestelle aperto tutto l’anno, che dispone anche di una piscina coperta e riscaldata.


Al mattino, per rendere piacevole il risveglio, non c’è nulla di meglio di una buona colazione, che viene servita, dalle 7 alle 10, nel Ristorante Belvedere da cui si gode una vista mozzafiato sul mare e sul porticciolo di Orsera. Appena entrati si rimane estasiati dai profumi che sprigionano i tanti prodotti, caldi e freddi, e prodotti da forno adatti tanto agli amanti della cucina continentale, quanto a quelli che preferiscono la dieta mediterranea. Ci sono anche tanti piatti e prodotti adatti per chi soffre di intolleranze alimentari ed anche per vegetariani e vegani. La cena per gli ospiti a mezza pensione è servita nello stesso ristorante dalle 18,30 alle 21. Alla sera poi, quando il sole scompare all’orizzonte, e nel mare iniziano magici giochi di luci, il “Belvedere” cambia volto.

L’ atmosfera serale gli dona note raffinate, e la musica sulla terrazza introduce alla vivace notte orserese che potrebbe continuare fino ….. a notte fonda.

Ristoranti di qualità a due passi dal mare 
Per la cena si può fare una sosta gustosa al Ristorante Riva che si trova sul lungomare della cittadina istriana. L’ambiente è raffinato, il pesce è di qualità ed i piatti sono preparati con cura dallo staff di cucina guidato dallo chef Marko Obradovic (a dx foto sotto), un sostenitore della Nouvelle Cousine. Al suo fianco, in cucina, la vice chef Magdalena Cinaric e Goran Radulovic.


Gli antipasti di mare, al pari dei primi piatti e dei secondi sempre a base di pesce, sono un inno per il palato e non tradiscono le attese. Il tutto poi può essere accompagnato da un calice di Malvasia istriana, un vino dal profumo fresco e leggermente fruttato ed il gusto leggero ed asciutto che ben si accompagna con i piatti di pesce. I piatti in arrivo sono presentati dall’ottimo Sandro Degrassi (a dx nella foto sotto) un cameriere con tanti anni di esperienza anche in ristoranti italiani.

A due passi c’è anche un altro ottimo locale. Si parla del Ristorante Lungomare con ampia terrazza direttamente sul mare per gustarsi, a pranzo e cena, ottimi piatti di carne o di pesce, cullati dal piacevole sciabordio delle onde sugli scogli e sfiorati dal dolce brezza marina. Ai fornelli lo chef Mario Pecaric (a sx nella foto sotto) delizia gli ospiti con una infinità di cose buone. Si può partire con un buon risotto al nero di seppia ed accompagnarlo con un carpaccio di branzino con tartufo. Non può mancare un assaggio di Pljukanci istriani, la pasta tradizionale di questa terra, che può essere servita con diversi sughi, salsa ai tartufi, di asparagi o di pesce.

La presentazione in tavola dei singoli piatti è curata dall’impeccabile Merim Biberovic, direttore del ristorante (a dx nella foto sopra). Se invece si preferiscono le trattorie ai ristoranti la scelta migliore è la Trattoria Basilicoaffacciata sul caratteristico porticciolo di Orsera. La cucina è “a vista” e si possono osservare cuochi e pizzaioli mentre preparano le varie specialità. Gli amanti del pesce possono tra l’altro gustare un ottimo branzino, preparato “in diretta”. Buona anche la pizza cotta nel forno a legna. Per una cena veloce e a costi contenuti è una valida scelta. I Ristoranti Riva e Lungomare e la Trattoria Basilico sono aperti da metà aprile a metà ottobre. 
Il Resort Belvedere fa parte della Società Maistra Hotels & Resorts. L’azienda croata conta 10 alberghi, otto Resort 6 campeggi e vari ristoranti. La capacità ricettiva complessiva è pari a 11.789 unità abitative in grado di offrire sistemazione a ben 35.436 ospiti.

La famosa rivista Lonely Planet l’ha inserita a pieno titolo nella “Top Ten” delle destinazioni “Best in Europe”, cioè da visitare nel corso di quest’anno. Questa piccola penisola dal ricco passato e dall’ottima cucina, stretta tra il Golfo di Trieste ed il Quarnero è la meta ideale per una “fuga”, anche se breve, dalla vita di tutti i giorni ed è un’eccellente destinazione per il fine settimana, indipendentemente dalla stagione. Fra le cose che lasciano senza fiato ci sono i centri storici delle cittadine istriane, indipendentemente dalla loro posizione vicino la costa o sulle pittoresche colline nel cuore dell’Istria. Meritano di essere esplorati anche i castelli e le fortificazioni le cui storie riportano quasi per magia nel mondo antico e quasi dimenticato. Se invece si è più interessati alle bellezze naturali si può, a piedi o in bici, concedersi una full immersion nella natura. Dopo la pedalata o la camminata se ci si sente stanchi si può godere degli effetti benefici di un centro wellness con la piscina con acqua di mare, il relax nella sauna o un massaggio aromatico.

Enogastronomia da intenditori

Al termine di una giornata intensa anche la fame si fa sicuramente sentire. Ed allora non c’è niente di meglio che apprezzare le delizie di questa regione, il miglior premio per il palato. La cucina tradizionale istriana è interessante in ogni periodo dell’anno.  Tra i piatti tipici  troviamo la pasta fresca, il prosciutto e il formaggio di pecora.

Da queste parti il prosciutto crudo  ha un sapore unico ed irresistibile. I risotti (fra cui quello al nero di seppia) poi sono una specialità dell’Istria. Poi l’intera penisola è attraversata dalle strade del vino, dove tanti produttori propongono diverse varietà del “nettare di Bacco”. I vini istriani hanno un sapore speciale grazie alle caratteristiche naturali della regione fra cui il tipo di suolo, il rilievo e il clima specifico. Il vitigno top di questa terra  è la Malvasia. Si trova dappertutto in Istria e, senza esagerare, si può tranquillamente dire che è parte indispensabile dell’identità del paese.  Da non dimenticare neppure le due varietà di Moscato (di Momiano e quello rosa di Parenzo) con l’aroma di garofani selvatici. Un altro vino da non perdere è il Terrano, fresco di colore rosso rubino, adorato da Giacomo Casanova, che ne apprezzava i profumi vivaci di frutta. Il grande seduttore veneziano “incontrò” questo vino proprio qui ad  Orsera.  E proprio al celebre seduttore è dedicato il Belvedere con splendida vista sul molo di Orsera, sul porticciolo e sull’isola di San Giorgio. La magia di questo luogo è in grado di ispirare chiunque, dalle coppie di innamorati ai semplici visitatori.

Categoria:

Please follow and like us:
error

3 Comments

  1. I simply want to tell you that I am just beginner to blogging and really savored you’re website. Probably I’m likely to bookmark your website . You actually come with good stories. Thank you for revealing your website.

  2. Oh my goodness! a tremendous article dude. Thanks Nevertheless I am experiencing concern with ur rss . Don?t know why Unable to subscribe to it. Is there anybody getting similar rss drawback? Anybody who knows kindly respond. Thnkx

  3. This page reminds me of the other info I found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

google-site-verification=08oW6gnsO9wyK2e5wSYJRhu8LiBjyAH5JhFmOXhiuo8
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram