Press "Enter" to skip to content

Navis, hotel di lusso a pochi passi da Opatija

La struttura,  con vista sulla Baia di Preluk in Croazia, è aperta tutto l’anno. È la location ideale per rilassarsi e per scoprire le cittadine e le tante bellezze naturalistiche che si affacciano sul Golfo del Quarnero  

Il Quarnero (in croato Kvarnev o Kvarnerski zaljev) è una splendida regione croata collocata tra l’Istria, da cui è separata dalle pareti del Monte Maggiore (Učka in croato)  e le Isole di Cres e Lošinj (Cherso e Lussino in italiano) e ricomprende l’intero golfo di Rijeka (Fiume) ed arriva, a sud, a lambire la Dalmazia. Questo territorio da 170 e passa anni è sinonimo di vacanze da sogno grazie ai paesaggi mozzafiato, alle acque cristalline, al fascino ed alla magia della sua natura incontaminata, alle tantissime isolette disseminate lungo la costa, alle città d’arte ed ai molti tesori che racchiudono. E poi è a poche decine di chilometri dal confine italiano. Infatti Rijeka, per dimensione terza città croata (dopo Zagabria e Spalato) e capoluogo del Quarnero è a meno di 80 chilometri da Trieste; Opatija (Abbazia), da queste parti conosciuta come “la perla dell’Adriatico”, è ancora più vicina all’Italia.

Per tale motivo l’intera regione – con il suo paesaggio favoloso creato da rocce bianchissime, insenature e fenditure immerse nell’azzurro dell’Adriatico, assolate cittadine con casette in pietra, i profumi aromatici della lavanda, della salvia, del mirto e del pino e una vegetazione con oltre 2700 specie vegetali ed una ricchissima fauna – è la meta ideale per una “fuga”, seppure breve, dalla vita di tutti i giorni ed un’eccellente destinazione anche solo per il fine settimana, indipendentemente dalla stagione. Questa è anche una terra  di piaceri culinari unici e diversissimi. Il pesce freschissimo e di primissima qualità, i crostacei e gli altri frutti di mare fanno bella mostra di sé sui banchi dei mercati. Qui si pescano e cucinano degli ottimi scampi dell’Adriatico, che per molti sono i migliori del mondo. Il tutto va a braccetto con i frutti della terra e dei boschi del territorio, come i funghi, i frutti a bacca, la selvaggina ed il formaggio pecorino. Quest’ultima è la pietanza più popolare  della regione a cui si aggiunge la carne d’agnello, fiore all’occhiello della cucina croata. Tutto questo “fa il paio” con il vino bianco “vrbnička žlahtina”, la “trojšćina” un rosato dall’isola di Sansego (Susak), i marroni di Laurana (Lovran) e la deliziosa “rapska torta”, la torta di Arbe (Rab).

Proprio in ragione di tante prelibatezze, in questa regione è nata la moderna gastronomia croata.  Inoltre in quest’area si trovano alcuni dei migliori ristoranti croati, segnalati nelle più prestigiose guide culinarie del mondo. Locali nei quali lavorano alcuni tra i migliori chef e sommelier del Paese.

Design Hotel Navis un albergo di prestigio con 44 stanze

Per questi motivi  questa è una terra da visitare con calma per assaporarla appieno in tutte le sue sfaccettature. L’ideale base di partenza per andare alla scoperta dei tanti must del territorio è sicuramente Opatija una bella cittadina di circa 11 mila abitanti che si distende ad anfiteatro sull’Adriatico, nel punto in cui il mare si incunea profondamente nel cuore d’Europa. Costruita alla fine dell’800 a misura di teste coronate e imperatori, offre ancora oggi un paesaggio bellissimo ed un trattamento regale per ogni ospite.  Una ottima location che si può eleggere a “base” per questo viaggio è sicuramente il Design Hotel Navis, un cinquestelle che si erge sontuoso su uno sperone di roccia che si affaccia sulla Baia di Preluk a due passi dal mare e ad un paio di chilometri dal centro di Opatija. Il proprietario, Krunoslav (Kruno) Kapetanović, lo gestisce direttamente con  l’aiuto della propria famiglia ed in particolare del figlio Davor. L’Hotel, nato dall’estro dell’architetto fiumano Idis Turato, è moderno ed accogliente. Le soluzioni adottate sono all’avanguardia e tutte a “basso impatto ambientale”.

Provare per credere” diceva un fortunato spot pubblicitario di vari anni fa. E questo può senz’altro essere uno dei claim di questo interessante Design Hotel dove, all’ingresso, campeggiano le sue coordinate di latitudine e longitudine (45°21’ 21.0” N  14°19’ 37.7” E) e la scritta “Welcome to your destination!” per invitare gli ospiti e ribadire loro che tutti qui debbono sentirsi come a casa propria.

Ognuna delle 44 camere (4 Suite superior di 35 metriquadri e 40 camere superior di 25 metriquadri) distribuite su quattro piani è un “microcosmo” unico. Design di qualità, scelta dei materiali, interni ricercati e spaziosi ed attenzione ai dettagli ne sono gli elementi chiave che ne determinano il livello assolutamente esclusivo.  Le camere, tutte dotate di un grande balcone, offrono una vista spettacolare sul mare e sulle isole quarnerine, in particolare Veglia, Cherso e Lussino. L’enorme vetrata con porta finestra che si estende per l’intera lunghezza della stanza, dà la sensazione di essere in mare aperto.

Poi la combinazione armoniosa di materiali naturali e mobili di design genera sensazioni positive. La vicinanza del mare e la sua natura a volte calma e pacifica ed altre burrascosa e selvaggia la si rinviene anche negli interni con molti riferimenti nell’azzurro dei muri e nelle candele dei marinai al posto dei posto dei lampadari con dei giochi di chiaro scuro che risultano molto piacevoli. Se a tutto questo si aggiungono i grandi letti  “kingsize” presenti in ogni camera, i pavimenti in moquette e la insonorizzazione che praticamente annulla i pochi rumori esterni è facile immaginare che il soggiorno si trasforma in qualcosa di rilassante e confortevole.

In linea con l’alta qualità di quest’oasi di arte contemporanea e design, anche la zona benessere composta da una ampia area esterna con piscina riscaldata e zona prendisole ed una SPA con sauna finlandese, bagno turco, zona relax ed area massaggi e beauty per la cura della pelle e del corpo e rilassare la mente. C’è anche una piccola spiaggia privata direttamente sotto l’hotel e l’anno prossimo è in programma un suo ampliamento e la costruzione di un’area di attracco per imbarcazioni per permettere agli ospiti di raggiungere l’hotel anche via mare.

Come si diceva, l’hotel dista una manciata di chilometri dal centro di Opatija e dalla bellissima Villa Angiolina circondata da un parco straordinario e 750 metri dal suggestivo borgo di pescatori di Volosko. Il tragitto, molto piacevole, si può effettuare tranquillamente a piedi. L’hotel mette comunque a disposizione un bus navetta gratuito, da prenotare alla reception, che da mattina a sera trasporta gli ospiti, che ne fanno richiesta, fino al centro di Opatija e poi, ad un orario concordato, li riporta  all’hotel.

Uno dei must  è il ristorante

Tra le tante eccellenza di questo hotel, che ha aperto i battenti nel 2015, c’è sicuramente il ristorante gourmet. Lo chef, il giovane ed apprezzato Tino Sinožić (24 anni e da 9 lavora per i proprietari dell’hotel), che quest’anno ha vinto anche il prestigioso premio “Gault & Millau Trophy Young  Talent of the year 2019”, trasforma con abilità e precisione, assieme al suo vice  Antonio Močibob,  ingredienti locali e freschi in capolavori contemporanei di arte culinaria, in grado di entusiasmare anche i palati più esigenti (nella foto sotto a sx Tino Sinožić e Davor Kapetanović, figlio del proprietario del Navis, premiati nel 2019 da Gault & Millau). Qui eccellono i piatti a base di pesce ed in particolare gli scampi del Quarnero, il pescato del giorno ed i calamari freschi dell’Adriatico. Si possono degustare anche il Carpaccio di pesce pregiato,  il risotto di capesante e fegato d’oca,  il tonno fresco dell’Adriatico “à la chef” e le ostriche fresche sempre dell’Adriatico. Vengono proposti due menù degustazione, di quattro e sette portate, in abbinamento con una interessante selezione di vini scelta  dal Ristorant Manager e Sommelier Denis Herceg. La cantina propone oltre 200 etichette, principalmente croate, ma anche in arrivo da Italia, Francia, Slovenia e Germania.

Per chi non apprezza il vino c’è la possibilità di abbinare ad ogni portata piacevoli bevande analcoliche, studiate da Herceg, in grado di amplificare i sapori e rendere, in tal modo, l’esperienza gastronomica ancora più gradevole.

La colazione del mattino è un altro momento top. Oltre al ricco buffet c’è la possibilità di optare per una petit déjeuner “a la carte” e scegliere i  piatti che più aggradano per iniziare nel migliore dei modi la giornata.  

Ed anche in questo caso si può tranquillamente dire….. “provare per credere” con la certezza che non si rimarrà in alcun modo delusi.

Ristorante Laurus, una cucina sontuosa e  raffinata

La famiglia Kapetanović oltre al Design Hotel Navis possiede un altro albergo, Villa Kapetanović , una struttura quattrostelle, a conduzione familiare. Ha aperto i battenti nel 2003, inizialmente con appena 10 camere che, nel 2011, sono diventate 27 con vari servizi aggiuntivi tra cui una completa area benessere ed una piscina all’aperto  e due sale conferenze. Mentre il Navis è a pochi metri dal mare, il Villa è in collina, in via Nova Cesta 12A sopra Volosko, con vista straordinaria sull’intero Golfo del Quarnero. Una delle eccellenze dell’hotel è il ristorante, Laurus,  anche menzionato nella guida gastronomica Gault Millau.

La cucina che propone lo chef Denis Beganović coadiuvato dallo sous chef Saša Vojnović è meno ricercata di quella del Navis ma ugualmente sontuosa e raffinata. Qui tradizione e modernità si combinano dando vita ad uno spartito gastronomico dove trovano posto sapori nuovi ed unici che esaltano una cucina creativa ed orientata al “locale”. Le materie prime utilizzate sono per la maggior parte a “chilometri zero” e perciò sono fresche e rispettose della stagionalità. Un posto di prestigio spetta, come è facile immaginare, ai piatti a base di pesce. Si può partire con un assaggio di gnocchi ripieni e di tagliatelle caserecce e poi degustare una ottima grigliata di pesce del Quarnero. Se poi si vuole assaggiare una aragosta la si può scegliere direttamente dall’acquario in bella vista nella sala ristorante.

Il pane è fatto in casa e, per entrambi gli hotel, viene preparato nella cucina del Villa.  Per i giusti abbinamenti cibo vino ci pensa il manager di sala David Mervcich. La cantina propone degli ottimi vini quarnerini ed istriani. Anche i dolci sono fatti dai pasticceri dello staff di cucina per completare nel migliore dei modi il pranzo o la cena in questo ottimo ristorante.

Ulteriori Info: Il Design Hotel Navis è aperto tutto l’anno. Sito web: https://hotel-navis.hr/it. L’Hotel Villa Kapetanović invece chiude per tre settimane in gennaio.  Sito web: https://villa-kapetanovic.hr/it.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram