Press "Enter" to skip to content

Valsavarenche: Centro Acqua e Biodiversità entrato nel circuito europeo ‘European Breading Program’

VALSAVARENCHE – “Parliamo di un programma – spiega Caterina Ferrari biologa, curatrice del Centro di Rovenaud, a Valsavarenche che prevede lo scambio con altri Centri europei delle lontre, carnivori accolti in queste speciali vasche. L’obiettivo mira al mantenimento della variabilità generazionale”.

Una questione di diversità di riproduttori il cui patrimonio genetico si presenta con caratteristiche individuali. La Scienza ha permesso di analizzare questi mustelidi, animali dotati di un cervello molto complesso che le spinge ad avere comportamenti simili a rituali.

Sono un’autentica attrazione per i numerosi e continui visitatori che, in ogni periodo dell’anno, ammirano le ‘acrobazie’ di questi due esemplari. Animali socievoli, amanti del gioco che non interrompono neppure in età adulta. Una autentica rarità nel mondo animale. E, nella giornata di oggi, il Centro accoglierà un’ospite d’eccezione, Sergio Costa Ministro dell’Ambiente.

la lontra Camilla

Le ampie vetrate consentono di deliziarsi nel vedere la lontra Camilla mentre fa le capriole o scivola nella neve.

Il maschio Lucio, rispetto a Camilla, è più timido – informa la biologa -. Gli anfratti creati nell’ambiente acquatico agevolano la sua tendenza a nascondersi alla vista dei visitatori. In un monitoraggio con foto-trappole lo abbiamo visto rotolarsi nell’erba e pulirsi il pelo con grande cura. Il tutto, al riparo da occhi indiscreti”, ironizza.

la lontra Lucio

Caterina Ferrari si sofferma sull’importanza che il pelo riveste nella specie. “E’ fondamentale in quanto consente la termoregolazione in acqua. Un’igiene a cui questi carnivori si dedicano con cadenza giornaliera”.

Evidenzia un’ altra particolarità caratteriale di queste lontre-amiche di residenti e turisti. “Sono molto curiose, intraprendenti. E’, in ogni caso, una peculiarità della specie, ma c’è chi, come nel caso di Camilla e Lucio, la manifesta in maniera più marcata – puntualizza la curatrice del Centro Acqua e Biodiversità – Quando vedono qualcosa di nuovo attorno a loro non fuggono, ma si avvicinano per scrutare cosa stia accadendo“.

Oggi, il Centro di Rovenaud verrà visitato dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram