Press "Enter" to skip to content

‘Quotidiamo’, coordinatore Gasperini: “Aumento dei tesserati e della tipologia di prodotti di prima necessità”

AOSTA – “La situazione attuale richiede un incremento generale dei prodotti per consentire ai nuclei famigliari in difficoltà di aumentare almeno la spesa di generi di prima necessità”.

Giulio Gasperini, coordinatore dell’ ‘Emporio Solidale Quotidiamo, in via Avondo, ad Aosta, anticipa la previsione, in fase di avvio, di un aumento di venti nuclei famigliari in più a cui consentire di fare la spesa. Un’accoglienza indispensabile in questa emergenza.

Logo dell’Emporio Solidale Quotidiamo

Una deroga al regolamento, ma di fondamentale importanza per scongiurare l’aggravarsi dell’indigenza fra i nostri tesserati”, sottolinea Gasperini, puntualizzando come la percentuale di italiani stia salendo rispetto a quella dei cittadini stranieri; dal 50% di tesserati di entrambe le etnie, i nostri connazionali hanno superato i cittadini esteri, seppure in minima percentuale. Tesserati a cui viene concesso questo contributo a punti, rapportato alla composizione della famiglia, dopo la verifica dell’assistente sociale.

All’Emporio affluiscono persone di tutte le età – continua il coordinatore -. Nuclei monofamigliari, in coppia, famiglia numerose, con minori. E’ un piccolo ‘mondo’ di corregionali che necessita di un sostegno per superare questo periodo”. Aggiunge: “Le persone hanno un mese di tempo per la loro spesa. Non siamo mai informati, in anticipo, della tipologia dei prodotti che ci vengono consegnati”, dichiara Gasperini.

La struttura ha gli stessi connotati di un supermercato; la spesa di alcuni prodotti è, però, contingentata e le persone hanno un mese di tempo per rifornirsi. Prevale il concetto di fare spese di modeste quantità per, poi, ritornare. “Integriamo i rifornimenti fatti nei centri di grande distribuzione”, puntualizza Giulio Gasperini, confermando l’impegno di variare l’offerta.

Lo slogan tratteggia la ‘mission’ di questo riferimento confortevole e accogliente: ‘Emporio Solidale Quotidiamo. Vicino. Tutti i giorni’. Due giorni fa, è stato ‘festeggiato’ il quarto anniversario dell’apertura. (13 dicembre 2016). Anni in cui l’aiuto ai meno abbienti ha, non solo amplificato le donazioni, ma ha, soprattutto, contribuito a migliorare la qualità di vita di molti cittadini, restituendo, in parte, la serenità offuscata da situazioni precarie, impreviste, travolgenti.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram