Press "Enter" to skip to content

Dalla Natura un promettente antivirale in sperimentazione contro il Covid-19

AOSTA – L’ottimismo è alle stelle, fiducia e speranza vanno di pari passo. La classe medico-scientifica guarda ad un futuro prossimo con serenità ed entusiasmo.

Ancora una volta, la Natura dimostra tutte le sue potenzialità nel contribuire a curare patologie invasive, anche letali. E, ancora una volta, gli Scienziati italiani si dimostrano menti eccelse, preparate nell’affrontare strade in salita. Nello specifico, hanno appurato come una combinazione di sostanze naturali sia in grado di ridurre la replicazione del virus e l’infiammazione conseguente.

Sono il resveratrolo, l’acido ellagico e l’onochiolo. L’analisi di queste sostanze ha permesso di verificare il contenuto di ingredienti favorevoli a contrastare virus e batteri. Da qui, la realizzazione del primo composto, l’A5+ contenuto nel prodotto SIRT500 Plus, creato, in origine, per contrastare l’invecchiamento cutaneo.

La devastante irruzione del virus Sars-CoV-2 ha incentivato gli Scienziati nel testare il prodotto contro la riproduzione virale.

Camillo Ricordi

“Sono in corso studi – ha spiegato su SkyTG24 lo Scienziato Camillo Ricordi – per definire i meccanismi associati a questa importante inibizione della replicazione virale in ‘vitro’ che sembra non essere limitata ad una singola variante del virus. Risultati fondamentali – ha sottolineato -per aprire la strada allo sviluppo di strategie terapeutiche ‘naturali’ in grado di ridurre o bloccare la progressione di infezioni virali. Opportunità curative – ha puntualizzato in chiusura – da aggiungere ai vaccini e alle terapie farmacologiche che non devono essere trascurate”.

Il resveratrolo viene prodotto, naturalmente, da numerose piante in risposta agli attacchi di agenti patogeni, come funghi e batteri. Si trova nella buccia dell’uva, nei frutti di bosco, nelle arachidi.

L’acido ellagico è un potente antiossidante con numerose funzioni biologiche antivirali, antibatteriche, antinfiammatorie. E’ presente nelle castagne, nella frutta secca e, in buona quantità, nella pesca e nel melograno.

L’onochiolo è un estratto naturale della magnolia. Recenti studi hanno scoperto le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e protettrici del fegato. Ottimo, poi, come antidepressivo.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram