Press "Enter" to skip to content

Acquaponica: i pesci di acqua dolce quale tramite virtuoso per coltivazioni oltre il biologico

AOSTA -Dai pesci agli ortaggi, coltivati con acqua concimata dalle loro deiezioni. Questo ‘tutto natura’ riassume il mantra ‘Salviamo l’Ambiente’; cultura allo stato puro, attuata attraverso l’allestimento di impianti di acquaponica.

Fautore di questo ‘impianto-pilota’ a Sommariva Perno, località in provincia di Cuneo, è Antonio De Leo, imprenditore nell’ambito del ‘Natural Grow agricola’. “Cinque anni fa – informa – ho realizzato un impianto di acquaponica, di tipo industriale. Coltura in acqua per una vasta tipologia di verdure. In particolare, insalate, cetrioli, pomodori, basilico, prezzemolo“.

Prodotti qualificati dal marchio ‘Natural Grow’. Che, in ogni caso, riprende l’antichissima metodologia usata già ai tempi degli Assiri. In epoca moderna., gli indonesiani sfruttano i laghi per colture fuori suolo.

La straordinaria particolarità di queste coltivazioni è la loro capacità di ‘famigliarizzare’ con i pesci di acqua dolce e di trarre il nutrimento dalle loro deiezioni. Le radici assorbono questo cibo e, nel contempo, purificano l’acqua che verrà, poi, reimmessa nelle vasche, chiudendo, in tal modo, il cerchio virtuoso delle colture.

Nella scelta dei pesci – riprende De Leo – ho optato per le tinche, pesci onnivori, ideali per concimare l’acqua contenuta nelle vasche. Un concime naturale, autoprodotto. Ad oggi – sottolinea – questo è l’unico impianto al mondo che garantisce il massimo della salubrità della verdura, in una analisi di oltre 40 parametri dell’acqua dove crescono piante”.

vari tipi di insalata

Ortaggi, nello specifico, che si inseriscono, con autorevolezza, nel processo di rivitalizzazione di ecosistemi, offrono un fondamentale contributo alla soluzione, proponendosi come l’agricoltura del futuro, già declinato al presente nelle vasche della serra di Sommariva Perno.

Coltivazioni in grado di rispondere ad uno sviluppo ambientale armonioso, sociale ed ecosostenibile e, pertanto, prolungate nel tempo. Un rivoluzionario metodo per salvaguardare e sfruttare la preziosa risorsa dell’acqua in perfetta simbiosi con i pesci di lago.

Ancora Antonio De Leo: “Parliamo di una metodologia ottimale per accelerare la crescita delle verdure con un consumo di acqua del 90% inferiore alla norma”.

I motivi? Li spiega ancora l’imprenditore, creatore dell’impianto: “Nell’area, protetta dalle intemperie, è garantita una produzione annuale, con parametri di concimazione controllati tramite un sistema computerizzato, interamente ideato e realizzato in totale autonomia”, precisa, puntualizzando la comodità della consistente riduzione dei tempi e di una fertilizzazione qualitativa.

altri tipi di verdure

I visitatori della nostra serra si stupiscono – sottolinea De Leo –. Dimostrano tutto il loro interesse nell’essere informati. Di capire, cioè, come sia possibile e così valido il connubio pesci-acqua. Molti le hanno denominate ‘vasche miracolose’. In realtà – precisa l’ideatore – di miracoloso non vi è niente. Ma soltanto studi approfonditi, con occhio attento ad un passato in cui il rispetto della Natura era sacrosanto. Esperienze che, una volta affinate e allineate alle peculiarità del Terzo Millennio, consentono di presentare ai consumatori alimenti che vanno oltre il biologico“.

Ancora una volta, il mondo animale propone, su un vassoio di cristallo, opportunità di facile realizzazione per un’alimentazione salubre, di immediata reperibilità, senza depauperare le risorse ambientali.

interno dell’impianto

Un impianto etico – ribadisce De Leo -. Garante di genuinità e di recupero di spazi abbandonati sia all’aperto, sia in ambienti chiusi. Un impianto che, per esperienza personale, si è rivelato un ottimo investimento. Una biosfera dove si crea un circuito virtuoso delle materie prime. L’acquaponica, il futuro delle generazioni”. Aggiunge: “Questo sistema consente di concretizzare investimenti sicuri e di acquistare quote. Chi fosse interessato a visitare la serra e a conoscere le vantaggiose particolarità dell’impianto, può contattarmi al numero 3408886566″.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram