Press "Enter" to skip to content

Calcio: Campionato di serie A al via

Con l’anticipo tra Parma e Juventus, in programma allo stadio Ennio Tardini alle ore 18, avrà inizio il campionato di calcio di Serie A 2019/2020, un’edizione particolarmente attesa soprattutto per i movimenti di mercato che, almeno sulla carta, hanno notevolmente modificato i valori in campo.

Tutte le big sembrano aver fatto un passo in avanti rispetto alla passata stagione: la Juventus è ancora la squadra da battere e si è rinforzata con gli arrivi, tra gli altri, di De Ligt, Rabiot e Danilo, il Napoli di Ancelotti ha fatto investimenti importanti con acquisti di livello come Manolas e Lozano e l’Inter del nuovo tecnico Antonio Conte, che aveva iniziato il mercato assicurandosi due giovani promettenti come Sensi e Barella, ha rivoluzionato il fronte offensivo vincendo il braccio di ferro con la Juve per Romelu Lukaku ed è vicina a far tornare in Italia il cileno Alexis Sanchez.

Destano curiosità anche la nuova Fiorentina di Rocco Commisso, capace di portare in Italia Franck Ribery e di trattenere Federico Chiesa, la Roma guidata dall’ambizioso Paulo Fonseca e dai nuovi arrivi Pau Lopez, Spinazzola, Mancini e Zappacosta, e il Milan, che con Marco Giampaolo in panchina e il possibile arrivo di Angel Correa, oltre ad innesti mirati come Rafael Leao, Theo Hernandez e Ismael Bennacer, cerca di rinverdire i fasti del passato. Da non sottovalutare la Lazio di Simone Inzaghi, che grosso modo ha mantenuto l’ossatura della squadra capace di vincere la Coppa Italia e l’Atalanta, impegnata quest’anno anche sul più importante fronte europeo, la Champions League.

Ma l’impressione, come già detto, è che davanti a tutti ci sia ancora la Juventus. Ne è cosciente il videpresidente bianconero Pavel Nedved, che in conferenza stampa ha detto: “La Juve è fatta per vincere, siamo convinti di aver fatto dei cambiamenti importanti. Ci saranno delle difficoltà all’inizio, ma Sarri sta svolgendo un grandissimo lavoro, la squadra lo sta seguendo e si sta formando secondo le sue idee: per questo siamo fiduciosi”.

I nodi del mercato, però, non sono venuti tutti al pettine, e Nedved lo sa bene: “Il calciomercato non è ancora finito, ma Paratici ha lavorato benissimo, ha fatto e sta facendo grandi cose. Noi strada facendo coglieremo delle occasioni, ma solo se ci saranno e se saranno vantaggiose sia per noi sia per i nostri giocatori”.

L’atteso “valzer degli attaccanti” non c’è stato (complice la riconferma di Dzeko alla Roma), ma non tutti i big sono sicuri di rimanere dove sono fino al 2 settembre: la questione legata a Icardi in casa Inter non è ancora risolta, Milik non ha ancora rinnovato con il Napoli e Dybala non è ancora certo di restare in bianconero, anche se in quest’ultimo caso Nedved è parso spegnere ogni voce che lo riguarda: “Dybala non può mai essere un problema, è un grandissimo giocatore e siamo contenti di averlo – ha dichiarato -. Sarri lo sta utilizzando da ‘falso nove’ e lui sta facendo bene, ha avuto un precampionato importante”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram