Press "Enter" to skip to content

Coronavirus: nell’asilo nido di Scampia il primo impianto di disinfezione Hi Tech

Nell’asilo nido di Scampia, il primo impianto Hi Tech per combattere il coronavirus, viene donato a titolo gratuito dall’azienda che lo ha prodotto e da chi lo commercializza. Mentre a Napoli le scuole vengono chiuse per mancanza di disinfezione per evitare che i ragazzi possono essere vittime di contagi, a Scampia, presso l’asilo Nido Fratelli Cervi, viene montato il primo impianto modulare per la dispersione negli ambienti chiusi di un disinfettante che riesce a saturare l’intera area dove ci sono le persone. Il brevetto, unico in Italia, si chiama “Al Sicuro” e la cosa più straordinaria è prodotto in Campania: è stato realizzato dai tecnici della Thesis Lab di Trentola Ducenta, e viene commercializzato dalla A&G. Il sistema si basa su una pompa a bassa pressione che con l’aiuto di un compressore, atomizza tramite speciali ugelli un liquido disinfettante che riesce a coprire l’intera stanza. La potenza dell’aria compressa consente di trasportare rapidamente le particelle sub-microniche fino all’estremità più lontane saturando l’ambiente ed ottenendo una disinfezione efficiente. Il costo del sistema -secondo gli esperti- è davvero irrisorio: supera appena i mille euro per pochi locali. Basti pensare che per rendere salubre una stanza bastano pochi spruzzi è dura tutta la giornata. Anzi, fino a quando c’è necessità di utilizzare quel luogo che può essere un ufficio, una scuola oppure un ospedale. “Tutto questo, -spiegano i tecnici della Thesis Lab- porterà un gran risparmio soprattutto nell’utilizzo nel pubblico perché si possono utilizzare tante soluzioni diverse evitando di sperperare soldi per inutili interventi”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram