Press "Enter" to skip to content

Blasioli stigmatizza la rimozione della bandiera UE e fa appello alla Costituzione

Dopo aver invocato, ripetutamente, di destinare a “zona rossa” diverse aeree della zona vestina, il Blasioli continua a voler rimanere protagonista della scena politica. Nessuna difesa d’ufficio per nessuno ma le parole del consigliere, appartenete ai DS, appaiono proprio fuori luogo se contestualizzate in un ambito più generale ed in riferimento alla Costituzione italiana.

“E’ gravissimo che il Consiglio regionale d’Abruzzo abbia ammainato la bandiera europea e l’abbia accantonata volontariamente dalle aule istituzionali dove si è svolta la seduta consiliare, una gravissima mancanza di rispetto sia per le istituzioni europee di cui l’Italia e di conseguenza l’Abruzzo sono parte fondante e anche per i cittadini tutti, considerato che in aula si stava discutendo una proposta di legge che renderà possibile aiuti alla popolazione e le imprese proprio grazie ai fondi europei “

Sono le parole del consigliee del PD Blasioli che continua:

“Le istituzioni devono comportarsi da istituzioni sempre. Il sovranismo e la smania di rendere carta straccia i nostri fondamenti costituzionali in nome della propaganda, resti fuori dalla porta  della Pubblica Amministrazione, perché l’Italia è una Repubblica e la Costituzione e le leggi vanno rispettate sempre. E’ un fatto assurdo quello che è accaduto oggi, che non può essere di certo considerato una goliardata, né un atto politico, perché la Presidenza di un Consiglio Regionale non è un organo politico, ma super partes e come tale si deve comportare, a prescindere dalla fede politica di chi ne è il vertice”.

Non è davvero possibile non prendere in considerazione le affermazioni di Blasioli, soprattutto quando fa riferimento alla democrazia ed alla Costituzione.

Forse sarebbe opportuno una lettera più attenta della Costituzione così, forse, si renderebbe conto di quante volte e da chi è tstao ignorato e continua ad esserlo.

Forse abbiamo un governo eletto?

Forse è costituzionale pretendere tasse e pagamenti vari da indigenti?

Forse è o non è la costituzione a garanire pari dignità e diritto al lavoro?

Ma forse questi sono argomenti scottanti ed è meglio parlare di una bandiera!

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram