Press "Enter" to skip to content

Arriva alla quinta di andata la prima vittoria per le ragazze di Coach Quarta

L’Egea PVT Modica ha regolato i conti e regalato ai tifosi la soddisfazione della prima vittoria stagionale.

Le biancorosse, in casa dell’Amando Volley di coach Jimenez, sono entrate in campo decise e molto concentrate sull’obbiettivo: senza mostrare segni di cedimento, questa volta sono riuscite a gestire le avversarie, sia tatticamente che dal punto di vista emotivo, fino al fischio finale che ha visto Fabiola Ferro e le sue trionfare a punteggio pieno.
Tre punti che sanno di ripartenza. Un 3 a 0 che ricarica le energie non solo alle atlete e allo staff, ma anche a tutta la dirigenza e alla tifoseria modicana, ripristinando l’entusiasmo e la voglia di riscattare quei punti persi nelle prime quattro giornate.

Tante le toccate a muro, ottime le ricezioni e vincenti gli attacchi di Giardi, Ferro e Gridelli. E poi le difese, alcune davvero spettacolari, di Elena Ferrantello. Decisivo in alcuni passaggi anche l’ingresso del secondo libero Asero. Gioco fluido e poco scontato grazie alla regia in crescendo di Sofia Turlà, che realizza anche 7 punti. Buona la prestazione dell’opposto Liguori, con 10 punti al tabellino e della giovanissima centrale Asia Leandri che realizza senza paura.

Quello che abbiamo visto sabato è, finalmente, un gioco che adesso sa di squadra e voglia di vincere. Che ha i lineamenti di compattezza, spirito di sacrificio e cattiveria agonistica.
Dalla costruzione di ogni singola azione di gioco, l’Egea PVT Modica ha conquistato una stra-meritata prima vittoria.

“La partita contro Santa Teresa di Riva rappresentava per noi un test importante per monitorare il lavoro incessante delle ultime due settimane e mezzo.” sono le affermazioni post partita di Enrico Quarta.
“Confesso che mi aspettavo la vittoria, ma sono stupito di quello che queste atlete, in pochissimo tempo, sono riuscite a mettere in pratica, il che mi rende orgoglioso del loro impegno. Scontato, ma non banale, dire che la nostra bravura deve essere ancora quella di lavorare con grande umiltà, professionalità e costanza. In un clima rigoroso, ma non limitante, in cui ogni atleta possa coltivare il suo talento e la sua creatività. Sono convinto che aumenteremo così le nostre probabilità di vittoria della singola gara.”

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram