Press "Enter" to skip to content

Nave Eleonore, Salvini firma il divieto di sbarco, la Trenta e Toninelli pure. E Orfini s’infuria

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha firmato il divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque italiane per la nave Eleonore della Ong Lifeline, battente bandiera tedesca. Una volta siglato, il provvedimento – rendono noto fonti del Viminale – è stato tempestivamente trasmesso ai ministri della Difesa e delle Infrastrutture e Trasporti. E così, subito dopo Matteo Salvini – fanno sapere sempre dal Ministero dell’Interno – anche il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, come pure ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, hanno contro-firmato il divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque italiane per la nave Eleonore. E Matteo Orfini, appreso del trittico di firme, va su tutte le furie e su Twitter sgancia l’ultima bomba sull’inciucio M5S-Pd…

Eleonore. Salvini, Trenta, Toninelli firmano il divieto di sbarco

O meglio, attaccando Conte per il suo silenzio sulle tre firme congiunte che da tre ministeri sottoscrivono il divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque italiane per la nave di migranti Eleonore, Orfini punta l’indice – e rigira il coltello nella piaga – e intorno a quello che potrebbe essere uno dei tanti nodi che ingarbuglierà, fino a metterla a repentaglio dal primo istante, una possibile intesa Pd-M5s. «Salvini chiude i porti alla Ong Lifeline con 101 persone a bordo», twitta l’esponente dem, che poi prosegue: «Presidente Conte, mentre parliamo di possibili governi tra un ultimatum e l’altro, potrebbe cortesemente evitare che chi agisce su sua delega continui con politiche disumane? A proposito di #discontinuità»…

E Orfini su Twitter va su tutte le furie e chiama in causa Conte

Poi, ci ritorna su e chiosa aggiungendo: «Mentre contiamo decine di morti nel Mediterraneo, Matteo Salvini chiude i porti a chi ha salvato 101 esseri umani e annuncia che anche Elisabetta Trenta, ministro della Difesa, ha sottoscritto la scelta, mentre Giuseppe Conte tace. Per me discontinuità significa prima di tutto smetterla con queste politiche disumane. Subito». Intanto, però, tra trattativa Pd-cinque stelle, in cerca di un’asse intorno a cui reggersi, va avanti…

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram