Press "Enter" to skip to content

«Il governo è nelle mani degli “utili idioti” della Merkel e di Macron», afferma Fratelli d’Italia

Giorgia Meloni commenta in modo secco e preciso quanto accade nel mondo politico italiano e più specificatamente nella composizione di un governo di dubbia rappresentatività costituzionale:

«Il più grande esercizio di democrazia sono le libere elezioni, non la farsa della “Piattaforma Trouffeau” a cui, numeri alla mano, ha partecipato lo 0,7% dell’elettorato del M5S e ha detto sì lo 0,5%. Fratelli d’Italia non cambia idea: il giorno della fiducia scenderemo in piazza Montecitorio insieme a tutti gli italiani che dicono no al patto della poltrona e chiedono elezioni subito».

«Bene attaccati alle poltrone, quelli del Movimento 5 Selle stanno imponendo un governo ben diverso da quello che gli italiani sceglierebbero se potessero votare», afferma a sua volta Francesco Lollobrigida, capogruppo di FdI alla Camera.

«Ecco il governo “Uno vale Merkel”», dichiara Federico Mollicone, di Fratelli d’Italia. «La Nazione è in mano a qualche decina di migliaia di utenti, una modalità che umilia la democrazia rappresentativa e fa prevalere una consultazione fake, già messa in discussione dagli analisti e sanzionata dal Garante della Privacy. Finisce l’equivoco dei populistia 5 stelle, “utili idioti” di Merkel e Macron».

Per Edmondo Cirielli, «è sorprendente leggere i commenti entusiasti degli esponenti 5S su ciò che loro considerano un grande “esercizio di democrazia”, ossia il voto sulla piattaforma Rousseau. Per non parlare del segretario dei democratici, il quale si è dimenticato che, in campagna elettorale, in occasione delle elezionicpolitiche, i Cinquestelle chiesero il voto ai cittadini contro il suo partito. Non hanno proprio un briciolo di vergogna».

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram