Press "Enter" to skip to content

Il caos della politica nazionale, regionale e provinciale

Scaramucce di poco rilevanza e poco rispetto nei confronti dell’elettorato. Brighe tra movimenti, e insignificanti proclamazioni caratterizzano gli avvenimenti politici in questo periodo di sostanziale assenza di “POLITICA”.

Necessaria una piccola pecisazione alla nota stampa pervenuta in redazione da parte del Consigliere e Vice Capogruppo alla regione abruzzo PD Dino Pepe, il quale accusa di incoerenza il Sottosegretario D’Annuntiis.

Ci piacerebbe capire come un esponente del PD possa rivolgere accuse di incoerenza quando il suo partito, in maniera eclatante, pecca di incoerenza governando la nazione, pur non essendo stati eletti, con gente che fino a qualche tempo prima del grande inciucio, definiva della peggiore specie.

Così scrive e riportiamo per dovere di cronaca ma davvero non riusciamo a capire tale trasformismo, non solo dialettico, e totale assenza di coerenza:

Apprendo con piacere che la Regione Abruzzo, Servizio opere Marittime e Acque marine, ha assegnato al Comune di Alba Adriatica un primo finanziamento di oltre 410 mila euro per l’attuazione delle operazioni urgenti a difesa della costa quale primo stanziamento per l’intervento di ripascimento pari a 55.000 mc, una notizia che il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Umberto D’Annuntiis, ha voluto comunicare personalmente al primo cittadino albense – dichiara il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepeconfesso però di essere rimasto stupito ed alquanto meravigliato nel sentire certi annunci da parte proprio del Sottosegretario D’Annuntiis visto che in più occasioni, nel corso della passata campagna per le regionali, aveva apertamente attaccato i vari interventi di ripascimento messi in atto dalla precedente Giunta e dal sottoscritto in qualità di Assessore al ramo”.

In particolare, e cito testualmente le sue parole, nel corso dell’appuntamento che diede avvio alla sua campagna elettorale, disse espressamente che: “quando mi si dice che si vuole combattere l’erosione della costa con il ripascimento vuol dire che interveniamo per tre giorni, poi al quarto giorno arriva la mareggiata e si porta via tutto”. Per chi fosse interessato a risentire le sue parole allego anche il link di un servizio televisivo (https://www.youtube.com/watch?v=dJEYTvdoFos&feature=youtu.be). Mi pare quindi che il Sottosegretario D’Annuntiis sia in uno stato di “forte confusione” – sottolinea Pepe – che senso ha riproporre le stesse identiche misure adottate dalla passata Giunta regionale quando per anni invece si è scelto di attaccarle? I più attenti ricorderanno come proprio l’allora Sindaco di Corropoli più volte si fosse scagliato con veemenza contro i ripascimenti messi in atto sulla costa teramana, mi chiedo quindi cosa sia successo ora, cosa gli abbia fatto cambiare idea in maniera così eclatante tanto da fargli rimangiare le proprie convinzioni e le proprie parole”.

In ultimo vorrei sapere cosa ne pensano di questi fondi per il ripascimento i consiglieri della Lega Pietro Quaresimale e Emiliano Di Matteo che, in più di un’occasione, dinanzi agli operatori del settore colpiti dalle ultime mareggiate avevano parlato della necessità di abbandonare questi metodi puntando invece sulla realizzazione di scogliere. Sarebbe importante capire infatti se tra Giunta e consiglieri teramani si parlano e condividono le scelte per il nostro territorio”.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram