Press "Enter" to skip to content

Domani l’avvio della fase 2, Boccia avverte: “Fondamentale l’autodisciplina degli italiani”

L’attesa per domani, quando ci sarà un primo allentamento delle misure di contenimento dovute all’emergenza coronavirus, “la vivo con apprensione perchè si riaccende un interruttore importante, quello dell’industria e dei cantieri, ma sono sicuro che ce la faremo con l’autodisciplina degli italiani”. Lo ha affermato il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, intervenendo a Sky Tg24.

“Se non fosse stato per l’autodisciplina degli italiani e per le regole che abbiamo introdotto – ha voluto chiarire – sarebbe stato un disastro per gli effetti della pandemia sulla nostra salute e sulla nostra vita”. Quanto agli sviluppi della fase 2 “con saggia pazienza andiamo avanti. Quando ci sono cose da aggiustare le aggiustiamo in corsa sapendo che tutte le scelte che facciamo hanno sempre una portata di due, tre, settimane. Non parliamo di provvedimenti che durano mesi o anni”, ha precisato.

Il ministro ha auspicato che l’ordinanza della regione Calabria che prevede la riapertura di bar e ristoranti venga ritirata e che “la presidente Santelli segua le regole. Quelle che disciplinano la nostra vita dentro le istituzioni. Lei le conosce molto bene e sa che quell’atto è illegittimo”.

“Io l’ho anche chiamata perchè fino alla fine cerco di trovare una soluzione: la diffida è partita e la presidente ha ancora tempo per ritirare l’ordinanza. Se non lo facesse sa quello che succederà”, ha concluso ricordando che “tutte le altre ordinanze regionali sono coerenti con il Dpcm”.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram