Press "Enter" to skip to content

Vittime delle mafie ricordate da studenti delle superiori nei Giardini ‘Emilio Lussu’

AOSTA – Superavano il centinaio gli studenti delle scuole superiori che, nella mattinata di oggi, lunedì 21 marzo 2022, si sono ritrovati nei Giardini ‘Emilio Lussu’, di fronte al Palazzo di Giustizia, di via Ollietti, per testimoniare la loro lotta alle mafie, in occasione della 27esima ‘Giornata della memoria e dell’impegno nei confronti delle vittime innocenti delle mafie’.

L’iniziativa, che ha visto la partecipazione del Questore di Aosta, Ivo Morelli, è stata promossa dall’associazione ‘Libera‘, la cui referente Donatella Corti ha dichiarato: “Il nostro territorio deve essere nostro da tutti i punti di vista, non solo ambientale, ma anche culturale. La lotta alle mafie – ha specificato – è una lotta di cultura, di coscienza. Ecco perché il tema della manifestazione lo abbiamo intitolato: ‘Terra mia coltura/cultura’. Abbiamo, pertanto, la responsabilità di coltivare la memoria delle vittime di mafia e di far fiorire la speranza”.

Il sostituto procuratore, di Aosta, Manlio D’Ambrosi ha sottolineato: “Spetta a voi ragazzi essere attenti e vigili portatori di un sano messaggio di legalità.”

La Procura di Aosta non ha competenze relative alla criminalità organizzata; spettano alla Procura Distrettuale, di Torino. “Ma noi – ha puntualizzato D’Ambrosi – vigiliamo sui reati spia. Un’attenzione che deve essere presente in tutti noi per evitare che queste condotte possano proliferare”.

Luca Tonino, Presidente del Consiglio comunale, di Aosta, ha evidenziato: “Chi pensa di individuare scorciatoie amministrative deve essere stoppato. La politica deve tenere alta l’attenzione nei confronti di questi fenomeni“.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram