Press "Enter" to skip to content

Violenza sessuale su minore: inchiodati da un video i due autori

AOSTA – Dopo l’arresto dei due ventenni pakistani, in carcere per violenza sessuale su un minore, gli inquirenti hanno sequestrato i loro telefoni cellulari su cui è stato scoperto un video che li ritrae nell’atto dell’abuso all’adolescente. Immagini immortalate da loro stessi.

Si tratta di una prova inequivocabile del grave reato per cui si rafforza la richiesta di custodia cautelare nell’Istituto penitenziario, di Brissogne.

L’ultima parola spetta, in ogni caso, al Giudice Paolo De Paola a cui gli Agenti della Squadra Mobile della Questura, di Aosta, hanno esposto i fatti, evidenziando come l’arresto sia avvenuto dopo aver visionato le numerose telecamere sistemate nella zona e riconosciuto i volti descritti dal ragazzino.

I due stranieri arrivati in Italia, uno richiedente asilo, l’altro titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria, hanno avvicinato l’adolescente nei pressi della stazione, vicino alla cinta muraria romana, tra piazza Manzetti e via Carrel. Il rapporto, all’apparenza amichevole, si è trasformato, poco dopo, nella brutale aggressione sessuale.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram