Press "Enter" to skip to content

Vigili del Fuoco, Pison: “Ci aspettiamo il rispetto delle promesse pre elettorali di Partiti e Movimenti”

AOSTA – “Attendiamo la costituzione del nuovo governo regionale e, poi, chiederemo un confronto con gli esponenti delle varie compagine politiche per sapere quali provvedimenti intendono varare per risolvere la nostra annosa questione”.

Luca Pison segretario regionale CONAPO, il sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco, ricorda come, nel giro di consultazioni nel periodo della competizione elettorale, Partiti e Movimenti si siano dichiarati, chi più, chi meno, disponibili a dare risposte concrete alla causa portata avanti, da anni, dai Vigili del Fuoco: l’equiparazione ai colleghi dipendenti dello Stato italiano.

“La quasi totalità delle forze politiche contattate ha garantito l’appoggio alla nostra richiesta – afferma Pison -. Rimane il forte dubbio che l’area Autonomista dia il sostegno. Sono sempre stati contrari ad approvare il nostro passaggio da Regione a Stato”.

Autonomisti, quindi, la barriera che blocca la soluzione della problematica. Le compagini che, al contrario, si erano dichiarate più che disponibili ad affrontare nelle sedi opportune la situazione dei Vigili del Fuoco della Valle d’Aosta non sono entrate in Consiglio regionale.

Ancora Luca Pison: Il M5s, Vdalibra-Partito Animalista e Forza Italia avevano dimostrato la massima attenzione, chiedendoci, tra l’altro, la possibilità di esaminare l’ampia documentazione. Siamo dispiaciuti, ma non demordiamo. Ritorneremo da chi ci aveva promesso un’interessamento nelle sedi governative per esporre la nostra richiesta”. In particolare – sottolinea il segretario regionale CONAPO – le Sinistre avevano manifestato un grande interesse. Sono entrate in Consiglio e, quindi, ci aspettiamo l’avvio di un adeguato percorso legislativo”, conclude Luca Pison.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram