Press "Enter" to skip to content

Vendemmia 2020, Grosjean: “Annata record. In programma, una produzione di 150mila bottiglie”

QUART – Vincent Grosjean cotitolare della’ Società ‘Grosjean Vins’, di Quart, non ha dubbi: “Segneremo sul calendario la vendemmia 2020. Dopo gli spumanti, avvieremo, la prossima settimana, la raccolta delle altre uve, cominciando dai Pinot neri. Seguiranno il Moscato e a fine mese, i Petit rouge e i Cornalin. Il tutto con la massima calma – sottolinea – considerato che la raccolta delle uve la decidiamo in autonomia”.

Di tutto rispetto anche le previsioni di mercato. La Società dei fratelli Grosjean produrrà non meno di 150 mila bottiglie che verranno vendute, in gran parte, alla ristorazione italiana. Per quanto attiene al mercato estero, la risposta più lusingante arriva dagli Stati Uniti. “Altri Paesi hanno rinviato la prenotazione”, informa Vincent Grosjean, puntualizzando un aspetto incentivante in uno dei periodi più bui del settore commerciale planetario: l’aumento di visite dirette in cantina da parte di residenti e turisti “con degustazione e vendita immediate”, dichiara il cotitolare dell’azienda vitivinicola. Che spera in un proficuo rilancio del mercato estero bloccato “perché – specifica – i nostri vini sono apprezzati in certe tipologie di ristorazione.”

Si sofferma sui motivi di questa vendemmia “molto interessante, quasi unica. La pioggia caduta a maggio e giugno e il caldo moderato e secco dell’estate hanno fatto la fortuna della viticoltura. L’escursione termica della scorsa settimana, con i dieci, undici gradi notturni, è stata la classica ciliegina sulla torta. Il colpo finale per la completa maturazione delle uve“.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram