Press "Enter" to skip to content

Varato il piano nazionale estivo per studenti, assessore Caveri: “In Vda lezioni di recupero. Non ci sostituiamo ai centri estivi”

AOSTA – L’obiettivo del programma, messo a punto dal Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, mira a rafforzare l’apprendimento, al recupero della socialità, usufruendo di laboratori per potenziare le competenze, le attività educative, con l’inclusione di musica, sport, digitale, tutela ambiente.

Il Ministro Patrizio Bianchi

Un progetto didattico per stabilire un ‘ponte’ tra l’anno 2021 e le lezioni scolastiche 2022. Dei 510 milioni di euro stanziati per la realizzazione del programma, un finanziamento consistente verrà riservato agli Istituti scolastici delle Regioni del Sud, “aree più fragili del Paese”, sottolinea il Ministro.

“Utilizzeremo l’estate – dichiara Bianchi- per costruire un nuovo inizio scolastico il prossimo anno. Intendiamo, con questa iniziativa, riportare la scuola al centro della comunità, recuperando le relazioni”.

Patrizio Bianchi prospetta una scuola “più accogliente, inclusiva, incentivante”.

I traguardi scolastici, in Valle d’Aosta, sono incentrati sul recupero. “Lezioni – informa il titolare del Dicastero regionale competente Luciano Caveri – sostenute con l’erogazione di badget alle scuole superiori e medie per agevolare la programmazione dei recuperi, a giugno e settembre”.

L’assessore Luciano Caveri

L’assessore si sofferma sulle difficoltà incontrate, in particolare, dagli studenti di seconda e terza media e dagli iscritti alle superiori, plessi scolastici in cui le lezioni si sono svolte in didattica a distanza“.

Non abbiamo programmato lezioni di musica, né l’allestimento di pièces teatrali. Proposte di svago organizzate, con competenza e professionalità, da Enti pubblici e privati. Non intendiamo sostituirci ai centri estivi”, la chiosa conclusiva dell’assessore Luciano Caveri.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram