Press "Enter" to skip to content

Vaccino anti Covid: quasi certa l’estensione della terza dose a tutti i cittadini

AOSTA – L’attesa del parere dell’Agenzia del Farmaco Aifa costituisce un passaggio indispensabile per il nuovo assenso alla dose booster a chi ha un’età inferiore ai 60 anni. Ma, in ogni caso, l’estensione della terza somministrazione vaccinale a tutta la popolazione italiana è soltanto questione di tempo.

Nel frattempo, la profilassi prosegue, in campo nazionale, per gli over 60, persone fragili e personale sanitario. Nessuna certezza, ad oggi, ma l’orientamento governativo sembrerebbe condurre all’inoculazione del terzo richiamo a distanza di sei mesi dalla seconda dose.

E anche questa, ormai quasi certa, somministrazione avverrebbe per fasce di età. La decisione è finalizzata al raggiungimento dell’obiettivo prioritario: la garanzia dell’aumento degli anticorpi contro il virus Sars-CoV-2. E’ stato appurato, in effetti, come la reazione del sistema immunitario contro l’infezione da Covid si abbassi in molti soggetti vaccinati, aumentando il rischio di una insidiosa ricaduta. Terza dose inoculata con le stesse tipologie di vaccini precedenti.

Dopo l’ok dell’Aifa, il calendario delle vaccinazioni dovrebbe, quindi, partire con i cittadini che hanno ricevuto la prima dose a marzo.

Il terzo appuntamento negli hub vaccinali potrebbe determinare, da parte del Governo, la proroga dello stato di emergenza dalla fine 2021, già prevista, alla primavera 2022.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram