Press "Enter" to skip to content

Vaccini, viceministro Salute Sileri: “Discoteche diventino centri vaccinali”

AOSTA – In Valle d’Aosta, l’idea di allestire un ‘centro vaccinale’ all’interno delle discoteche è stata lanciata, in primis, la scorsa settimana, in un’intervista rilasciata a voxpublica.it, da Franco Napoli, storico gestore del ‘Fashion‘, l’unica, vera discoteca della Valle.

Un’idea determinata dal desiderio di raggiungere il maggior numero di giovani possibile, rendendoli consapevoli dell’importanza dell’immunizzazione nei luoghi dove gli assembramenti sono difficili da gestire. “La nostra discoteca è, comunque, dotata di tutti gli accorgimenti per evitare situazioni a rischio. Vaccinare i giovani in questi luoghi contribuirebbe a valorizzarli, esaltando la funzione di aggregazione monitorata”, il commento di Franco Napoli.

E’ la stessa idea caldeggiata e divulgata, ieri 31 maggio, in una trasmissione su Rai 1, dal viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. “Spero che le discoteche riaprano presto – ha dichiarato -. Stiamo facendo degli esperimenti a Milano e Gallipoli per vedere ciò che accade affinché possano riaprire in sicurezza, magari diventando dei veri e propri centri vaccinali“.

Un annuncio rinforzato da un secondo auspicio: la riapertura con il green pass o con tampone a 72 ore. La profilassi anti Covid-19 corre ovunque ci siano persone da immunizzare: dalla farmacia, al drive in, agli open day. “Il vaccino ti arriva davanti alla porta di casa. Basta solo cercarlo”, ha asserito Sileri, ricordando l’avvio dell’Italia verso una totale ‘zona bianca’. “Avremo, quindi, la massima libertà – ha sottolineato il viceministro della Salute -. Ma non dimentichiamoci di mantenere il distanziamento, l’igiene personale e la mascherina”.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram