Press "Enter" to skip to content

Vaccini: Pfizer e Moderna scelti per inoculazione terza dose, dal 1 dicembre

AOSTA – Vaccini a mRna ritenuti idonei per la nuova fase della campagna vaccinale definita con la somministrazione della dose booster. Il terzo richiamo, in cui saranno le profilassi di Pfizer e Moderna a immunizzare la popolazione in età compresa tra i 40 e i 60 anni, a partire dal 1 dicembre.

Una somministrazione anti contagio da virus Sars-CoV-2 distanziata di 6 mesi dal completamento del ciclo primario, come ha annunciato il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Nel frattempo, la scorsa settimana sono state programmate le modalità per l’inoculazione della ‘booster’ ai cittadini vaccinati con la monodose di Johson&Johnson.

L’apertura del nuovo ‘capitolo’ della campagna vaccinale si prefigge di rafforzare le difese contro un virus che si sta ripresentando in termini allarmanti, con un insidioso aumento di contagi in molte Regioni.

E’ molto ampia la platea a cui somministrare il richiamo con Pfizer e Moderna e include, oltre agli over 40, immunodepressi, ospiti delle Rsa, sanitari e persone fragili.

A livello nazionale, la dose booster è stata somministrata 2,5 milioni di italiani. “Siamo all’86,6% delle persone vaccinate con la prima dose – informa il Ministro – e all’83,6% di coloro che hanno completato il ciclo. Dobbiamo insistere – ribadisce -. Ogni singolo vaccino in più ci permette di avere uno scudo in più contro il virus”, chiude il titolare del Dicastero nazionale della Salute.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram