Press "Enter" to skip to content

Vaccini, Ministro Istruzione: “Vacciniamo gli studenti nelle scuole”

AOSTA – La proposta, caldeggiata dal Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, è accompagnata dalla raccomandazione dello stesso di terminare, innanzitutto, la somministrazione vaccinale ai docenti e al personale scolastico.

“Abbiamo raggiunto il 70%”, ha dichiarato in una intervista a Sky Tg24, sottolineando come la vaccinazione nelle scuole sia “una strada da percorrere”. Ha suggerito, poi, un eventuale calendario per programmare l’inoculazione della profilassi anti Covid-19. In primo piano lascia il completamento della vaccinazione di insegnanti e personale; in seconda fase inserisce i ragazzi più grandi e, di seguito, gli studenti con età inferiore a 16 anni.

Il radicale cambiamento dell’attività scolastica durante la pandemia, potrebbe proseguire anche in futuro, secondo il parere del Ministro. La didattica a distanza, quindi, potrebbe continuare “purché coinvolga l’intero mondo scolastico – ha puntualizzato il Ministro dell’Istruzione – attraverso l’utilizzo di tutti gli strumenti per non originare differenziazioni fra istituti scolastici e studenti”.

In dettaglio, ha sottolineato l’importanza degli strumenti informatici: “Permettono di amplificare la nostra visione”.-

Dad, modalità didattica introdotta un anno fa, da cui un numero consistente di studenti confessa di voler prendere le distanze; una metodologia di apprendimento giudicata alienante, confinante.

Patrizio Bianchi ha tenuto a rassicurare: “La scuola del futuro si connoterà con un didattica diversa, alla portata di tutti”.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram