Press "Enter" to skip to content

Vaccini: Comitato regionale CRI e Fondazione Opere Caritas uniti per favorire vaccinazione ‘homeless’

AOSTA – E’ una problematica sociale troppo importante per non essere considerata nella giusta dimensione. La somministrazione vaccinale ai ‘senzatetto’ si rivela indispensabile per immunizzare chi vive per strada e garantire, in tal modo, la loro e la salute della popolazione.

Il nostro impegno è concentrato, in primis, sulla risoluzione di problemi burocratici – informa Paolo Sinisi, Presidente del Comitato Regionale della Croce Rossa Italiana -. La collocazione sanitaria diversa e l’assenza di iscrizione negli elenchi ordinari di chi non ha un domicilio fisso impongono una regolarizzazione. Ci stiamo attivando per definire questi importanti passaggi”.

La collaborazione con Fondazione Opere Caritas si rivela di fondamentale importanza per delineare le singole situazioni, in quanto, una buona parte di persone senza fissa dimora si rivolge alla Caritas per aiuti di vario genere: dal cibo, all’abbigliamento, a sussidi economici.

A breve, – anticipa Sinisi – avremo un incontro con l’azienda sanitaria per capire le modalità di gestione più consone. Dobbiamo, innanzitutto, capire se possiamo accompagnare noi queste persone nella sede vaccinale o se potranno recarsi in totale autonomia. Aspettiamo un riscontro dall’Usl”.

Ad oggi, il Comitato regionale della Croce Rossa Italiana assiste quindici ‘senzatetto’ , numero che comprende anche alcune donne. Dalla direzione della Fondazione Opere Caritas arrivano notizie rassicuranti: “Assicuriamo la nostra totale disponibilità – dichiara Andrea Gatto, Direttore regionale della Fondazione -. Aspettiamo maggiori ragguagli. L’importante è che queste persone non vengano trascurate e vengano sottoposte alla vaccinazione. La salute è un diritto indiscutibile per tutti“.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram