Press "Enter" to skip to content

Ucraina: Vda ha già accolto 46 profughi. Presidente Lavevaz: “Testimonianza di grande generosità”

AOSTA – L’Ucraina ‘chiama’ e la Valle d’Aosta ‘risponde’ con lo slancio di generosità e ospitalità che la contraddistingue.

Questa mattina, venerdì 11 marzo 2022, il Presidente Erik Lavevaz ha convocato il ‘tavolo’ di coordinamento’ sull’emergenza in Ucraina, per coordinare altri arrivi. Hanno partecipato: l’Usl Vda, la Croce Rossa Italiana, la Caritas italiana e diocesana, il Cpel, il Comune di Aosta, il Coordinamento Solidarietà Valle d’Aosta, la Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta, i rappresentanti della Protezione civile e delle altre strutture regionali coinvolte.

I profughi presenti sono stati accompagnati al Centro di prima accoglienza della Croce Rossa, a Villeneuve, per la registrazione di rito.

Fra due giorni, sono attesi altri 250 ucraini. La loro sistemazione è già stata garantita da enti pubblici e da privati.

Un dato significativo – commenta il Presidente Erik Lavevaz – che testimonia la generosità con cui i valdostani stanno vivendo questo momento. Spero che si possano reperire altri spazi per consentirci una serena gestione dell’accoglienza nel caso di un ulteriore incremento significativo degli arrivi”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram