Press "Enter" to skip to content

Ucraina: l’Ateneo valdostano pronto ad accogliere studenti e docenti profughi

AOSTA – L’Università della Valle d’Aosta si impegna ad offrire una nuova opportunità a studenti e docenti in fuga dalla guerra.

Un gesto concreto di solidarietà”, scrive sui social l’assessore regionale all’Istruzione Luciano Caveri.

“In questa fase di emergenza – dichiara all’Ansa Maria Grazia Monaci, Rettrice dell’UniVda – abbiamo reso disponibili due posti in una stanza libera dello studentato e stiamo valutando altre iniziative”.

Un sostegno rassicurante per coloro che non intendono interrompere gli studi avviati nel loro Paese devastato dal conflitto bellico.

“Oltre ai posti – fa sapere la Rettrice – offriamo anche la possibilità di frequentare i corsi, in modo che possano continuare il loro percorso di studi, se compatibile. Il problema è che, difficilmente, – sottolinea Monaci – parleranno italiano. Noi possiamo, in ogni caso, offrire qualche corso in francese e inglese, oltre che la struttura universitaria e la biblioteca“.

Anticipa, inoltre: “Per il prossimo anno penseremo, senz’altro, anche alla possibilità di borse di studio”, conclude la Rettrice.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram