Press "Enter" to skip to content

Ucraina: il Comune di Fénis accoglierà 50 profughi

FENIS – Sono, soprattutto, donne e bambini i 50 profughi ucraini attesi, a Fénis, tra domani e domenica 27 marzo 2022.

“Alloggeranno nella palestra comunale – informa il sindaco Mattia Nicoletta -. Parliamo dello stretto necessario per trovare loro una sistemazione più confortevole in strutture o famiglie che hanno già dato la loro disponibilità ad accoglierli”.

Area Tsanté de Bouva

“Inoltre – sottolinea ancora Nicoletta – i pasti saranno preparati nella cucina dell’area pique-nique Tsanté de Bouva dalla Protezione civile. Il tutto non dovrebbe durare più di una settimana”, conclude il sindaco.

Con l’arrivo di questo gruppo di cittadini in fuga dalla guerra, la Regione Valle d’Aosta, la più piccola d’Italia, si avvicina ad un’ospitalità offerta a 200 ucraini. Ai 141 presenti da giorni, si aggiungono questi 50 per un totale provvisorio di 191. Un numero ingente, ma tutt’altro che allarmante per istituzioni e privati.

I secondi, in particolare, si stanno rivelando di fondamentale importanza per garantire l’accoglienza ai loro connazionali, a famigliari, parenti, amici. Un ‘tetto’ sicuro fornito dalle numerose badanti che lavorano, da anni, in molte famiglie valdostane.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram