Press "Enter" to skip to content

Tracce di fibre di amianto rinvenute nei due grattacieli del quartiere Cogne

AOSTA – Gli stabili, costruiti negli Anni Settanta, sono liberi dagli inquilini trasferiti, lo scorso anno, nel complesso edilizio ‘Condominio del Sole‘, realizzato nell’ambito del progetto Contratto di Quartiere 1, all’intersezione delle vie Giorgio Elter e Cesare Battisti, nel quartiere Cogne.

In uno dei carotaggi propedeutici all’intervento di demolizione sono state rinvenute tracce di fibre di amianto sulle strutture portanti.

L’assessore comunale alle Opere Pubbliche Corrado Cometto ha illustrato questa ‘pagina’ dell’edilizia residenziale pubblica del rione popolare, durante la riunione della V Commissione: “Il progetto di demolizione degli immobili è nella fase definitiva, preludio, cioé all’esecutiva per la quale, in ogni caso, conviene adottare l’appalto integrato semplice. Progetto che ha avuto una battuta di arresto a seguito della scoperta del minerale”.

La rilevazione di queste fibre ha indotto il Comune ad approfondire, disponendo un altro centinaio di prelievi da cui è arrivata la conferma di tracce di amianto nel calcestruzzo. Un minerale naturale che, se inalato in quantità importante, può essere causa dell’insorgenza del mesotelioma, neoplasia polmonare molto grave.

“Lo smaltimento – ha tenuto a precisare Cometto – non è di facile, né di immediata fattibilità. Non possiamo usufruire della discarica di materiali inerti e neppure di porre queste fibre di amianto in opera a ‘ritombamento‘ dello spazio che si creerebbe una volta demolite le autorimesse”.

Situazione per cui l’Amministrazione cittadina dovrà affrontare costi maggiori. “Dovremo trovare le risorse per trasportare le macerie fuori dall’ambito regionale. I costi, però, saranno notevoli”, la conclusione dell’assessore comunale alle Opere pubbliche.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram