Press "Enter" to skip to content

Telefonia: frazioni di Verrayes irraggiungibili con cellulare. Sindaca: “Situazione divenuta insostenibile”

VERRAYES – Siamo in piena fantascienza, in un globo terrestre misconosciuto, su un altro pianeta. E’ questo il ‘mondo’ in cui sono costretti a vivere, da anni, i residenti delle frazioni Cheresoulaz, Grand Villa e Champlong, nel Comune di Verrayes.

Residenti ‘isolati’ a livello di telefonia mobile, impossibilitati a comunicare con compaesani abitanti a pochi metri. Una situazione inammissibile nel Terzo Millennio, nell’era di Internet, in un’epoca in cui i collegamenti telefonici hanno una estensione quasi mondiale.

Wanda Chapellu

I vari amministratori comunali si sono impegnati nel colmare un vuoto ingiustificabile. La sindaca Wanda Chapellu è la prima ad essere disorientata di fronte ad uno scoglio che, ad oggi, si è rivelato insormontabile.

Mi sono confrontata con l’assessore regionale all’Innovazione Carlo Marzi – informa -. A monte, in ogni caso, c’è un discorso importante riferito alla privatizzazione della gestione relativa alla telefonia fissa. Gli operatori di telefonia mobile non hanno alcun interesse economico ad installare linee telefoniche in spazi urbani con un numero di abitanti molto esiguo”.

La prima cittadina di questo Comune di 1.304 residenti, a 22 km da Aosta, assicura l’attenzione in ambito regionale; la problematica telefonica potrebbe essere inserita nel Pnrr nell’ambito della digitalizzazione.

“Non ho ancora ricevuto una risposta. Ma confido molto nella sensibilità degli amministratori. Non è più possibile una quotidianità così emarginata a livello telefonico”, ribadisce la sindaca.

Il problema la attanaglia al punto da rivolgere un appello: “Qualsiasi persona che sia in grado di aiutarci a risolvere questa penalizzante situazione ben venga. Ci contatti”. Aggiunge: “Abbiamo anche promosso una raccolta firme in cui si evidenzia questa pesante limitazione”.

E, ricordando il periodo in cui, nel Comune, vigeva la ‘zona rossa’, sottolinea le notevoli difficoltà a cui sono andati incontro gli abitanti. “Non occorre specificare il disagio, le complicazioni, gli ostacoli con cui abbiamo dovuto convivere. Spero molto nell’impegno garantito dagli amministratori regionali”.

La problematica è del tutto sconosciuta al Senatore Albert Lanièce. Contattato a livello telefonico nella sede romana ha risposto: “Non sono mai stato informato di questa grave carenza. Mi confronterò con il Presidente Lavevaz, ex sindaco di Verrayes e con l’attuale sindaca. Se sarà necessario, coinvolgerò anche colleghi del Governo centrale”, assicura.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram