Press "Enter" to skip to content

Svolta nell’indagine sulla morte della donna, lungo la Dora: aperto un fascicolo per omicidio

AOSTA – E’ previsto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 1 giugno 2022, l’esame autoptico sul corpo della donna, di età apparente intorno 30 anni, trovata morta lungo il margine della Dora Baltea, nell’area retrostante la piscina, di Aosta, in regione Tzamberlet.

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio.

Lo stato del cadavere non permette di risalire alle cause del decesso e, dai primi sommari esami, non sono state rinvenute ferite tali da poter supporre una morte violenta.

Nella scarsità delle informazioni appare, comunque, abbastanza chiaro che la donna sia stata sepolta in una fossa ricoperta, poi, con fango e foglie. L’analisi del dna consentirà di attribuire a quel corpo femminile una identità certa e le cause del decesso.

Il ritrovamento del cadavere è avvenuto a seguito di una segnalazione il cui autore rimane nel più assoluto riserbo. La pista ciclabile che affianca il fiume è frequentata da numerosi appassionati della bicicletta, ma anche da chi predilige passeggiare in luoghi decentrati, in cui vige il divieto di circolazione delle ‘quattro ruote’. E, quindi, sembra proprio che l’informazione sia arrivata da qualcuno che frequenta, con assiduità, la zona.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram