Press "Enter" to skip to content

Svolta nelle indagini per l’omicidio di Elena Raluca: arrestato un sardo con pesanti precedenti penali

AOSTA – A distanza di cinque giorni dal feroce femminicidio di Elena Raluca Serban, 32 anni, la Squadra Mobile della Questura, di Aosta, ha arrestato il presunto assassino. Nei suoi confronti è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, su richiesta del pm Luca Ceccanti.

Gabriel Falloni, 36 anni, originario di Sorso, in provincia di Sassari, con precedenti penali per tentata violenza sessuale e una condanna a quattro anni di reclusione.

La donna, nata in Romania, è stata uccisa con una coltellata alla gola, nel tardo pomeriggio di sabato 17 aprile, nell’alloggio di viale Partigiani dove abitava da un mese.

Dopo il delitto, il 36enne ha lasciato la Valle d’Aosta, dirigendosi in varie città, tra cui Genova, da dove, con molte probabilità, intendeva imbarcarsi per ritornare nell’isola.

L’uomo, stupratore seriale, è stato individuato attraverso un lavoro di intelligence, dopo una circostanziata analisi delle immagini impresse nelle telecamere posizionate nel palazzo e in varie vie della zona. Agli inquirenti è parso, da subito, che la vittima conoscesse il suo carnefice, in quanto gli ha aperto la porta senza alcun sospetto.

Falloni è un volto noto alle Forze dell’ordine. Nel 2014, era stato arrestato dai Carabinieri di Sassari per un tentato stupro ai danni di una ragazza di 21 anni. Dopo quell’episodio, il 36enne si è trasferito in Valle d’Aosta, nel tentativo di ricostruirsi una vita. La sua indole perversa si è manifestata, ancora una volta, portandolo ad uccidere, con estrema ferocia, Elena Raluca.

Non è ancora chiaro il movente del femminicidio. Lo stabiliranno i pm Luca Ceccanti e Manlio D’Ambrosi, con la supervisione del procuratore Paolo Fortuna.

Una fedina penale, quella di Gabriel Falloni, macchiata da numerosi reati a sfondo sessuale commessi nella sua città di origine ai danni di giovani donne che adescava anche sui social.

Oggi, in una conferenza stampa, verranno illustrati altri importanti dettagli dell’omicidio.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram