Press "Enter" to skip to content

Sindaco Rosset: “E’ finito il Tor des Géants organizzato attorno ad una collinetta”

NUS – Ha ripreso, oggi 23 febbraio 2022, la sua attività di primo cittadino della comunità di Nus, Camillo Rosset, assolto in Appello, lo scorso 8 febbraio, dall’accusa di abuso di ufficio.

Un’assoluzione scontata dato che le iniziative mese in atto dal sindaco, contestate dai giudici, erano conosciute dalla popolazione.

Al suo rientro nel semicerchio consigliare ha dichiarato: “L’unica cosa che mi lascia l’amaro in bocca è aver visto spendere importanti risorse pubbliche che hanno messo in moto una macchina elefantiaca che ha, infine, portato a risultati conosciuti da tutti”

Con la pacatezza che lo contraddistingue ha, poi, sottolineato: “Ho pensato molto a cosa potevo dire. Volevo esordire, semplicemente, con “eccomi, sono di nuovo qui dopo il Tor des Géants organizzato attorno ad una collinetta”. E, di seguito: “Abbiamo già detto abbastanza. Si è già scritto tanto e, forse, anche troppo”.

Ma, la soddisfazione di ritrovarsi, in Consiglio, con i suoi collaboratori e, soprattutto, fra le sua gente che lo ha sostenuto, con massima convinzione, in questa disavventura, lo ha incentivato ad affermare: “L’unica cosa che posso aggiungere è che le scelte effettuate si sono dimostrate corrette. Il lavoro della squadra ha, infatti, continuato a funzionate e il programma è andato avanti. Per questo – ha concluso – non posso che ringraziare, senza aggiungere altro“.

Il capo di imputazione contestato riguardava la concessione di un terreno, da parte del Comune, all’ex consigliere regionale Paolo Contoz, cugino di Rosset. A maggio 2021, il gup, di Aosta, aveva condannato Camillo Rosset a sei mesi; condanna appesantita dalla sospensione, come prevede la legge Severino.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram