Press "Enter" to skip to content

Sindacati benzinai pronti a dichiarare sciopero nazionale dal 14 al 17 dicembre

AOSTA – Una serrata di tre giorni, dal 14 al 17 dicembre, per protestare contro l’ultimo DPCM ministeriale che ha escluso la categoria dal decreto ristori.

I sindacati di categoria Faib/Confcommercio, Fegica/Cisl, Figisc, Anisa/Confcommercio si scagliano contro un “governo che, senza fornire le dovute spiegazioni, ha emarginato le piccole imprese di gestione a cui sono affidati gli impianti “.

Illustrano la loro decisione estrema, ricordando che “l’erogazione di carburante è classificata come servizio essenziale, garante della continuità dell’attività anche in questa circostanza emergenziale”.

Ad oggi, quindi, nell’elenco delle categorie a cui sono destinati sostegni economici, dovuti a causa della pandemia, non figurano i gestori delle stazioni di servizio.

William Brunello, titolare del distributore di carburante, in viale Partigiani, ad Aosta, invita i conducenti di veicoli a non allarmarsi e, soprattutto, a non ingolfare le stazioni di servizio: “Al momento, sappiamo che c’è questa chiusura voluta dai sindacati nazionali. Come categoria stiamo ancora aspettando una comunicazione ufficiale. Ritengo che, fino al 14 mattina, non sia possibile prevedere nulla. L’annuncio del probabile sciopero è stato divulgato anche dai TG di Mediaset, ma a noi, diretti interessati, non è arrivata ancora la mail, né siamo stati informati, nello specifico. Aspettiamo prima di correre a fare il pieno”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram