Press "Enter" to skip to content

Scoperto cadavere di una donna lungo la Dora. Sembra non si tratti di morte violenta

AOSTA – Le indagini sulla morte della donna sono affidate alla Polizia di Stato. Il cadavere era coperto da uno spesso strato di fango e foglie ed è probabile che sia stato intravisto da uno dei molti ciclisti che percorrono la pista ciclabile lungo la Dora Baltea dietro la piscina, di Aosta, tratto in cui è stata trovata la donna, ed abbia avvertito le Forze dell’ordine.

Dai primi accertamenti, sembra che la donna sia deceduta, da tempo, colpita, forse, da un improvviso malore. Non sono state riscontrate, da un primo, sommario esame ferite sospette. L’autopsia dipanerà ogni dubbio. Soprattutto, le cause del decesso, l’età e anche le generalità della donna.

Gli inquirenti stanno vagliando ogni possibile dettaglio. Sono, comunque, già propensi a credere che possa essere una dei molti ‘senza tetto’ alla ricerca di un rifugio nel bosco attiguo. Luogo in cui si possono anche trovare strutture diroccate, ma sufficienti ad assicurare, almeno durante la notte, un riparo dalle intemperie.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram