Press "Enter" to skip to content

Scooteristi e motociclisti valdostani virtuosi: la quasi totalità indossa il casco

AOSTA – “E’ un settore che, raramente, origina problemi – dichiara Fabio Fiore Comandante della Polizia Locale, di Aosta -. Nei nostri controlli giornalieri è molto più facile sorprendere automobilisti privi di copertura assicurativa che giovani senza casco alla guida di moto o scooter. Possiamo affermare che la gioventù della Valle d’Aosta è dotata di un grande senso di responsabilità. Cinture di sicurezza e casco sono indossati dalla stragrande maggioranza degli automobilisti e da chi guida moto o scooter, considerato che ne va dell’incolumità personale, oltre a sanzioni pesantissime, sequestro dei mezzi e ritiro della patente”.

Dal governo centrale arrivano notizie relative al potenziamento della mobilità sulle ‘due ruote’. E’ caldeggiata l’introduzione delle corsie ciclabili, affiancate ai percorsi riservati alle ‘quattro ruote’. Corsie che, come specifica Fabio Fiore, “possono essere utilizzate anche dagli automobilisti per svoltare in varie direzioni”.

E’ la mobilità post Covid-19 per cui si sono rese indispensabili modifiche radicali, allineate ai provvedimenti anti contagio introdotti dal Ministero della Salute.

I trasporti pubblici, dimezzati sotto il profilo della capienza, hanno adottato sistemi di viaggio idonei a scongiurare il diffondersi di un’infezione che, alla guida di una ‘due ruote’, è quasi impossibile contrarre.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram