Press "Enter" to skip to content

Sars-CoV-2, Presidente Gimbe Cartabellotta: “Re-infezioni possibili anche in questo stato di calma”.

AOSTA – E’ soltanto una quiete apparente quella con cui si sta presentando il virus Covid-19. Dalle affermazioni di Nino Cartabellotta, rilasciate a Sky TG24, sembrerebbe proprio di sì.

“Dal punto di vista epidemiologico – ha puntualizzato – siamo in fase di calma, con una media nazionale costante di 70 mila casi al giorno e con tassi di positività compresi tra il 14 e il 15%. Ma – ha preannunciato – stiamo constatando una circolazione virale che ha lasciato le Regioni del Centro e del Sud a discapito di Regioni del Nord, Emilia Romagna e Veneto, in particolare, dove si registrano costanti aumenti di contagi”

Il ‘vertice’ del Gruppo Italiano Medicina Basata sulle Evidenze mette in guardia da un aspetto molto importante riferito alla convinzione di molti cittadini che hanno contratto l’infezione polmonare di aver acquisito un’immunità permanente.

“Purtroppo – ha sottolineato – non è così. Le re-infezioni sono possibili e anche la copertura offerta dal vaccino non è eterna. Inoltre – ha specificato Nino Cartabellotta – comincia ad essere evidente che chi ha contratto la malattia comincia ad accusare disturbi di medio-lungo periodo”.

Scende in dettaglio: “Disturbi della concentrazione, osseo-articolari, astenia, dolori. Insomma – ha rimarcato – l’obiettivo è di non contrarre il virus”.

In proposito, ha illustrato un aspetto molto importante che aggrava le conseguenze di questo agente patogeno causa di milioni di morti, a livello planetario: “Abbiamo, ormai, appurato che il Sars-CoV-2 non colpisce soltanto l’apparato respiratorio, ma anche altri organi con conseguenze serie. Dobbiamo continuare a proteggerci. In una parola – ha concluso – continuiamo a vaccinarci”.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram