Press "Enter" to skip to content

Rubate le fragole coltivate dai giovani disabili della Cooperativa ‘Forrest Gump’, di Quart

QUART – Un furto disumano, innanzitutto. Grave sotto l’aspetto economico. Vigliacco. Brutale.

Ignoti sono entrati nei campi di fragole coltivati dai ragazzi disabili accolti nella Cooperativa ‘Forrest Gump’, al Villair di Quart e li hanno ripuliti.

Un furto studiato nei dettagli, considerate le modalità con cui sono state raccolte. Persone esperte che, come dichiara all’Ansa Roberto Grasso, Presidente della Cooperativa “le hanno raccolte in modo scientifico, vicino al fusto della piantina, in maniera che, senza un esame accurato, non si capisce che sono state rubate”.

Ladri senza scrupoli che, potrebbero anche essere ‘visitatori’ della Cooperativa; persone che, di sicuro, conoscono, molto bene, la quotidianità di questo organismo solidale a cui va riconosciuta la grande professionalità nel lavoro di integrazione sociale e occupazionale di questi giovani. Una Cooperativa che, offrendo un lavoro stabile a sette ragazzi meno fortunati, rispetta e amplifica la loro dignità.

Questo è uno dei furti più odiosi che si possano commettere. Un ladrocini perpetrato da persone prive di scrupoli, disposte a tutto pur di assicurarsi un lauto guadagno senza alcun esborso.

Il valore simbolico – riprende il Presidente Grasso – è molto più grave del valore intrinseco. Lo stipendio che eroghiamo ai nostri sette ragazzi è il risultato della vendita dei prodotti che vengono coltivati con il concorso di numerosi volontari. Le primissime fragole le abbiamo raccolte venerdì e, in questo momento, la raccolta era una parte significativa del nostro fatturato“, sottolinea.

Il furto è avvenuto lunedì o martedì. Chi lo ha commesso sapeva bene come muoversi e i giorni più propizi per agire indisturbato. Si presuppone che non sia stata una sola persona; il quantitativo di questo frutto primaverile era tale da richiedere un furto di gruppo.

Ancora Roberto Grasso: “Ci siamo accorti che le piante non avevano né fragole, nè fiori, quindi una parte del campo è stata ripulita. Hanno portato via tutto. Sia le fragole mature, sia quelle non mature”.

Informa che, domani, verrà sporta la denuncia alle Forze dell’ordine e “prenderemo anche delle contromisure“. Ribadisce come questo furto sia stato commesso da chi se ne intende. “Non si tratta di qualcuno che è venuto a mangiarle”, rimarca il Presidente della Cooperativa.

I dubbi, in questo caso, non si contano. E non è neppure facile avanzare sospetti, indirizzare gli investigatori verso una strada, piuttosto che un’altra. Non è scontato che sia gente del posto. Di sicuro, si tratta di qualcuno che, anche se non ha mai visitato la Cooperativa, ne conosce tutti i dettagli; in particolare gli orari di apertura e chiusura, le giornate lavorative, le abitudini.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram