Press "Enter" to skip to content

Rogo Monte Bianco, Lavevaz e Bertin: “Coltiviamo la memoria nel rispetto delle 39 vittime e delle loro famiglie”

AOSTA – Era il 24 marzo 1999 quando, in mattinata, divampò uno spaventoso incendio all’interno del Tunnel del Monte Bianco. Trentanove le vittime e la distruzione totale della galleria di collegamento tra Italia e Francia.

Sono trascorsi 23 anni e “la memoria di quel 24 marzo va coltivata -dichiarano i Presidente della Regione Erik Lavevaz e del Consiglio Alberto Bertin – con rispetto e determinazione per confermare la nostra vicinanza alle famiglie delle 39 vittime del terribile rogo, per valorizzare il grande ed eroico lavoro di tutti coloro che operarono nei soccorsi, ma anche per riflettere su come la Valle d’Aosta ha saputo rialzarsi”.

Sottolineano, inoltre: “Oggi, occorre rinnovare il ricordo e il cordoglio di tutte le istituzioni regionali per quella che rimane una ferita aperta nella nostra Regione”.

Aggiungono: “La memoria di quel 29 marzo 1999, oltre a valorizzare il grande, eroico lavoro di tutti coloro che operarono nei soccorsi, deve far riflettere su come la Valle d’Aosta ha saputo rialzarsi e guardare al futuro, ritrovandosi come comunità più coesa e capace di prospettive”.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram