Press "Enter" to skip to content

‘RipensiamoCi Diversamente’, il progetto vincitore del Premio Regionale per il Volontariato

Centro Donne contro la violenza

QUART – E’ stato proposto dal Centro Donne contro la violenza il progetto, presentato e premiato nella suggestiva oasi verde della Fondazione Sistema Ollignan, di Quart. La cerimonia di premiazione, della dodicesima edizione del Premio Regionale per il Volontariato, è stata organizzata dal Consiglio Valle, in collaborazione con il CSV Valle d’Aosta e sostenuta dal Lions Club ‘Aosta Host’ e ‘Aosta Mont Blanc’, oltre che dal Rotary club ‘Aosta’ e ‘Courmayeur- Valdigne’ e dalla sezione valdostana dell’Associazione Nazionale Alpini.

Il mondo del volontariato non si ferma – ha detto Alberto Bertin, Presidente del Consiglio Valle -. Non lo fermano le crisi, nemmeno le pandemie. In una fase emergenziale in cui il distanziamento è, purtroppo, diventato un concetto chiave, i volontari hanno saputo trovare strade diverse, inedite, a volte impensate sino a quel momento, per riuscire, comunque, a venire incontro e raggiungere i più fragili”.

Il progetto vincitore si è garantito il contributo di 5 mila euro. Un dono prezioso per un sodalizio che, dal 1994, è impegnato nel combattere la violenza, le angherie perpetrate ai danni del gentil sesso da mariti, compagni e anche da famigliari stretti. Una lotta che si traduce in aiuti psicologici, in consigli e nella protezione in ambienti sicuri e irraggiungibili dagli aguzzini.

Altri cinque riconoscimenti del valore di quattromila euro ciascuno sono stati attribuiti alle proposte più meritevoli.

Il primo è stato assegnato a ‘Elaborare il lutto durante l’emergenza Coronavirus’, presentato dalla sezione della Lilt Valle d’Aosta promotrice, a breve, di una serie di incontri per aiutare a elaborare il dolore di chi ha perso un famigliare durante questa pandemia.

Cinemagique’, l’iniziativa della sezione valdostana dell’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici Valle d’Aosta, è stata omaggiata del secondo riconoscimento. Il doppiaggio di un film contribuirà ad aiutare i partecipanti a rafforzare le capacità di relazione e inclusione.

Il terzo se lo è aggiudicato ‘#’Volenti o Nolenti…’ proposto dall’Associazione Savoir&Faire Vda, in cui l’impegno delle donne è concentrato sull’aiuto e sull’assistenza dei più fragili, di chi vede in queste ‘custodi’ della loro esistenza, un’àncora di certezza e solidità.

L’Associazione Difesa Ammalati Psichici, DIAPSI, si è assicurata il quarto riconoscimento, proponendo ‘La stanza delle storie’, un’idea in cui si racchiudono i delicati risvolti esistenziali di chi si confronta con pesanti problematiche mentali.

E, gli ‘Spassatempo 2′, Volontari del Soccorso, di Donnas, si sono garantiti il quinto omaggio, dimostrando la loro maestria nel confezionare scatole speciali per le persone affette da malattie neurodegenerative e per i loro famigliari.

Premi e riconoscimenti sono stati assegnati da esponenti delle Istituzioni e del Volontariato sociale.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram