Press "Enter" to skip to content

Regione: prevenire i suicidi con interventi mirati sui ponti di Introd e Avise

AOSTA – Più che un imperativo d’ordine, è nella volontà degli amministratori regionali di adoperarsi per tentare di scongiurare atti estremi dai ponti di Introd e Avise, alti, rispettivamente, 80 e 77 metri; arcate scelte, di preferenza, da chi ha deciso di dare l’addio alla vita.

L’assessorato regionale alle Opere Pubbliche ha già completato i lavori sul ponte di Introd con il potenziamento dell’illuminazione e con la collocazione di un dispositivo sonoro idoneo a segnalare la presenza di persone.

L’assessore Carlo Marzi ricorda: “L’attenzione per questo delicatissimo tema ha già impegnato anche il Consiglio regionale. Intendiamo – sottolinea – dare una risposta alla necessità di tutelare, maggiormente, le persone che vivono un momentaneo stato di fragilità. Esigenza espressa anche da coloro che convivono con le conseguenze indelebili di questi tragici eventi”.

ponte di Avise

La Regione interverrà, inoltre, sul ponte di Avise nella primavera 2022. L’altra struttura individuata per porre fine alla propria esistenza. In questo ponte verranno dislocate delle barriere fisiche, alte due metri, realizzate con pannelli in rete di acciaio zincato.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram