Press "Enter" to skip to content

Referendum: fuga degli elettori valdostani dalle urne

AOSTA – Un numero di residenti elettori più esiguo di quanto già prevedessero le statistiche si è recato, ieri domenica 112 giugno 2022, al voto sui cinque referendum abrogativi sulla giustizia.

Soltanto 16mila dei circa 100mila aventi diritto hanno accolto la proposta referendaria della Lega e dei Radicali.

L’affluenza alle urne nei 74 Comuni valdostani è stata del 16,5%, inferiore di quattro punti rispetto alla media nazionale.

Nel capoluogo regionale si è recato a votare il 17,55%, cioè 4.600 abitanti sui 26.308 aventi diritto.

Nei due Comuni con un numero fra i più contenuti della Valle, La Magdeleine e Chamois si è recato al voto il 40% degli aventi diritto.

Non si differenziano molto da Aosta gli altri Comuni della Valle. Da Sud a Nord troviamo: Pont Saint Martin con il 18%; stessa percentuale a Saint Vincent; Cha^tillon 19%; Quart e Nus 15%; Gressan 14,5%.

I primi segnali di un autentico flop di questa iniziativa elettorale si erano già palesati nel pomeriggio, confermando che il superamento del 50% più uno di votanti per rendere validi i cinque referendum abrogativi fosse un miraggio.

Il primo grande sconfitto è Matteo Salvini, leader della Lega, che, rassegnato, ringrazia, comunque, con un tweet “i dieci milioni di italiani che hanno scelto di cambiare la giustizia. E’ nostro dovere continuare a far sentire la loro voce”.

Nelle Regioni del Nord Italia è risultata la maggiore partecipazione al voto.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram