Press "Enter" to skip to content

Raccolta farmaco: d.ssa Tropiano: “La crisi non ha inciso sulla sensibilità degli aostani. Una buona risposta”

AOSTA – Mancano tre giorni al termine della ‘Giornata di Raccolta del Farmaco’ e la risposta dei residenti ha confermato lo slancio di solidarietà già manifestato in altre iniziative sociali.

Sta procedendo molto bene – conferma Katia Tropiano, farmacista, Direttrice della farmacia comunale 2, in corso Ivrea e referente per l’Azienda Pubblici Servizi, del Comune -. Quando presentiamo l’iniziativa ai pochi clienti che ancora sono poco informati non hanno dubbi della validità e aderiscono senza esitazione”, Aggiunge: “Nei tempi normali, la presenza dei volontari era di notevole aiuto per accogliere i clienti e spiegare il senso di questa giornata. Siamo, comunque molto soddisfatti”.

In ogni farmacia è stato redatto un elenco dei farmaci più richiesti, attenendosi al prospetto del Banco Farmaceutico Nazionale. Si suggeriscono, quindi, paracetamolo, antipiretici, sali minerali, aspirina, analgesici, prodotti per combattere i malanni da raffreddamento, fermenti lattici, aspirina, vitamine, sali minerali.

“Per gli acquisti, indirizziamo i clienti in base alle necessità più avvertite – sottolinea la dottoressa Katia Tropiano -. Molte le richieste anche per farmaci e prodotti adatti ai bambini. A tre giorni dal termine dell’iniziativa, il 15 febbraio, gli acquisti solidali continuano ad essere elevati”.

La crisi economica di chi già versava in condizioni precarie, ha innescato una ulteriore marginalità. La Giornata di Raccolta Farmaco si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il Patrocinio dell’Agenzia Italiana Farmaco (AIFA).

2020: annus horribilis del Pianeta Terra, ‘marchiato a fuoco’ da un’indigenza che ha raggiunto livelli impensabili per la perdita del lavoro, la riduzione del reddito, la chiusura delle attività. La Salute, diritto e bene prioritario di ogni cittadino, è passata in secondo piano per un numero ingente di persone. Quest’anno, la Giornata di Raccolta Farmaco ha un motivo in più per essere concretizzata.

Anche la protezione sociale è venuta meno in quanto gli enti che garantivano aiuti ai più bisognosi hanno dovuto sospendere il servizio e la già grave quotidianità di questi cittadini si è trasformata in un abisso di disperazione.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram