Press "Enter" to skip to content

Pusher condannato a sei anni di carcere per violenza sessuale

AOSTA – L’episodio risale al 26 e 27 agosto 2021. Oggi, 26 gennaio 2022, il gup del Tribunale, di Aosta, Davide Paladino, nel processo con rito abbreviato, ha inflitto una condanna a sei anni di reclusione all’uomo accusato di aver violentato la donna a cui aveva venduto una dose di droga. Il pm Manlio D’Ambrosi aveva chiesto otto anni di carcere.

Alla condanna si aggiunge una provvisionale di 20 mila euro a favore della vittima che si è costituita parte civile.

Questi i dettagli dell’accaduto, secondo quanto riferito dall’Ansa. La richiesta di cessione di droga, cocaina nello specifico, era stata ‘marchiata a fuoco’ dalle ‘avances’ del pusher; la donna, però, non aveva alcuna intenzione di pagare ‘in natura’ e aveva insistito per dare all’uomo i soldi, ricevendo un rifiuto.

Si erano, quindi, dati appuntamento per lo scambio e lo spacciatore era riuscito a convincere la sua cliente a salire in casa dove, poi, lei aveva assunto la dose di ‘neve’.

In un attimo, l’uomo cambiava atteggiamento, cominciando a palpeggiarla e a toccarla nelle parti intime.

Alle urla della donna, il pusher aveva reagito, infilandole un doccino in bocca. Terrorizzata, la donna aveva ceduto, andando a letto, dove l’uomo aveva tentato un rapporto sessuale.

La vittima era, poi, riuscita a fuggire ed era stata soccorsa da alcuni residenti della zona. L’uomo, tutt’ora in carcere, era stato arrestato il giorno seguente, il 28 agosto.

S.L.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram