Press "Enter" to skip to content

Profughi: Aosta integrata nella rete di accoglienza

AOSTA – La Valle d’Aosta ufficializza l’appartenenza al Sai, il Sistema di accoglienza e integrazione di cui è capofila il Comune di Saint Vincent.

I dodici posti disponibili sul territorio sono al completo.

Clotilde Forcellati, assessore comunale alle Politiche sociali: “Abbiamo promosso in maniera convinta l’adesione e ora siamo qui a mostrare i risultati”, ha dichiarato durante la presentazione.

Della rete di accoglienza fanno parte anche i Comuni di Champorcher e Saint-Rhémy-en-Bosses con una disponibilità di 25 posti letto.

I nuclei famigliari accolti, ad Aosta, sono quattro, di cui tre provenienti dall’Ucraina.

L’obiettivo del progetto, secondo quanto illustrato nella presentazione, si concentra “su percorsi individuali d inserimento socio-lavorativo e abitativo. “Uno dei pilastri del progetto è l’alleanza strutturale con gli enti locali”, ha specificato Arnela Pepelar, della Cooperativa Trait-d’Union coordinatrice del servizio.

La rete Sai conta, in campo nazionale, 848 progetti, con oltre 25mila posti disponibili. In Valle d’Aosta è stata attivata nel 2017 e più di 95 persone sono state accolte per un periodo dai sei mesi ad un anno.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram