Press "Enter" to skip to content

Profughi afghani: attenzione e disponibilità all’accoglienza di Regione e Comune

AOSTA – Anche in questa drammatica situazione, la Regione Valle d’Aosta e l’Amministrazione comunale sono in prima fila nell’esprimere solidarietà agli afghani fuggiti dalla loro terra.

In attesa di richieste di ospitalità, il Comune di Aosta ha scelto di essere parte integrante della rete Sai, il Sistema accoglienza integrazione, subentrato allo Sprar, il sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati.

Comune di Saint Vincent

La Regione più piccola d’Italia, insieme con i Comuni di Saint Vincent, capofila del progetto, Saint-Rhemy-en-Bosses e Champorcher, hanno presentato la loro candidatura ad ospitare i profughi afghani.

L’assessore comunale alle Politiche sociali Clotilde Forcellati premette: “Non dobbiamo essere buoni a tutti i costi. Dobbiamo essere capaci. Ci siamo già incontrati con gli operatori della Cooperativa sociale Trait d’union, vincitrice dell’appalto Sai. Ieri, ho incontrato Maura Susanna, assessore a Saint Vincent. Stiamo cercando entrare nella rete, se il Ministero ci risponde, in quanto da circolari Arci sembra ci sia la possibilità di allargare la rete anche ai Comuni che, oggi, non sono inseriti”.

Tiene a sottolineare l’impegno di Regione e Celva, ponendo, per contro, un punto fermo: “Impegno e buona volontà non sono sufficienti per dare un tetto a queste persone. E’ indispensabile l’inserimento in un corso di lingue, in percorsi scolastici e di socializzazione con l’aiuto di operatori”.

Annuncia la volontà di accedere alla rete degli operatori che si prendono cura delle persone e delle loro necessità. “Poi – dichiara Clotilde Forcellati -rendiconteremo il tutto al Ministero. Nel frattempo, è in itinere il progetto ‘Sentirsi a casa’ rivolto a donne immigrate sole o con figli. Dobbiamo ancora sapere – fa notare l’assessore – se questo progetto è in via di approvazione, per capire se dobbiamo riservare un appartamento o se possiamo dedicarlo all’ospitalità dei profughi afghani”, conclude.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram