Press "Enter" to skip to content

Processo delitto Serban: l’imputato Falloni sviene in aula alla vista di alcune immagini della vittima

AOSTA – Ha accusato un malore Gabriel Falloni, 36 anni, ed è svenuto nell’aula del Tribunale dove, oggi, mercoledì 1 dicembre, si è aperto il processo a suo carico per l’omicidio di Elena Raluca Serban, 32 anni, romena. L’uomo ha perso i sensi dopo aver visto alcune immagini della vittima.

E’ reo confesso dell’omicidio della donna, conosciuta tramite annunci su siti online, uccisa con un fendente alla gola e lasciata morire nel bagno della sua abitazione, in viale Partigiani, ad Aosta. A Palazzo di Giustizia è arrivata l’ambulanza della Croce Rossa con medico a bordo, secondo quanto riferisce l’Agenzia Ansa Valle d’Aosta.

I legali difensori dell’imputato Marco Palmieri e Davide Meloni hanno chiesto la perizia psichiatrica, evidenziando episodi riconducibili a problemi simili manifestati in altre esperienze carcerarie del loro assistito. Richiesta avvalorata da cartelle cliniche che la difesa ha chiesto di esibire. La Corte di Assise, tramite il Presidente Eugenio Gramola, si è riservata di decidere.

Alla prima udienza processuale hanno partecipato la mamma di Elena, Mariana e la sorella Mikaela; entrambe si sono costituire parte civile.

L’imputato, che rischia una condanna all’ergastolo, verrà giudicato da sei giudici popolari e due togati, considerata la gravità e la tipologia del crimine commesso.

S.L.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram