Press "Enter" to skip to content

Processo corruzione: prosciolto dalle accuse l’ex Presidente Augusto Rollandin

AOSTA – Prosciolto con prescrizione del fatto. E’ la sentenza di secondo grado emessa, oggi 20 settembre, dai giudici della Corte di Appello, di Torino, relativa alla corruzione negli appalti, che sancisce l’assoluzione di Augusto Rollandin.

Augusto Rollandin

L’ex Presidente della Giunta regionale è stato prosciolto nell’ambito del procedimento che, nel 2019, in primo grado, lo aveva condannato a quattro anni e sei mesi di reclusione. I giudici hanno modificato il reato contestato in corruzione impropria, dichiarandolo, di fatto, prescritto. Con questa assoluzione, il politico può continuare a svolgere la sua attività nel Movimento ‘Pour l’Autonomie’, eletto in Consiglio regionale; in caso di conferma della condanna, avrebbe dovuto abbandonare l’aula per un anno, in base alla legge Severino.

Oltre a Rollandin, sono stati accusati anche Gabriele Accornero, già consigliere delegato del Forte di Bard e Gerardo Cuomo, titolare del caseificio valdostano. Queste le accuse contestate all’epoca: corruzione per turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e la turbativa d’asta.

Entrambi sono

stati Secondo la tesi dell’accusa, Augusto Rollandin avrebbe fatto pressioni per accelerare il trasferimento della società ‘Deval’, delegata alla distribuzione di energia elettrica, in Valle d’Aosta, da un capannone di proprietà dell’Autoporto, assicurando, in tal modo, un’area idonea all’insediamento del caseificio valdostano, con agevolazioni nelle vendite a vantaggio dell’imprenditore Gerardo Cuomo.

Secondo l’accusa contestata in primo grado, l’ex vertice’ dell’Esecutivo regionale avrebbe ricevuto come compenso un cambio di gomme gratuito per la sua auto e l’organizzazione di un comizio all’interno dell’azienda e alla presenza dei dipendenti, in vista delle elezioni regionali del 2013, per favorire l’imprenditore nella sua attività.

Il tramite di questi ‘favori’ sarebbe stato Gabriele Accornero, sempre stando a quanto argomentato dai giudici nel primo processo.

Sia Cuomo che Accornero sono stati condannati ad un anno, con sospensione condizionale della pena. I legali difensori hanno annunciato il ricorso in Cassazione per ottenere l’assoluzione per inconsistenza del fatto.

S.L.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram