Press "Enter" to skip to content

Pont-Saint-Martin, sindaco Sucquet: “Ieri sera il Diavolo era di nuovo al suo posto. E stasera ci sarà il classico rogo”

PONT-SAINT-MARTIN – E’ raggiante Marco Sucquet, primo cittadino di Pont-Saint-Martin, il Comune in festa per l’edizione 2022 dello storico Carnevale.

La ‘kermesse’ più attesa dell’anno che ha rischiato di essere priva del suo simbolo: il Diavolo, staccato dal ponte, fatto a pezzi e gettato nel torrente Lys da ignoti vandali, nella notte tra sabato e domenica scorsi.

Marco Sucquet

Ieri sera, alle 21, – dichiara Sucquet – il Diavolo era di nuovo al suo posto. Il personale della Pro Loco si è impegnata, con ogni mezzo, per non privare il nostro Carnevale del suo momento magico. Il rogo del Diavolo. Che avverrà stasera, alle 21. La riparazione dei gravi danni arrecati è stata seguita dal costruttore del fantoccio Gianni Balagna. Un’ottima riparazione della nostra figura carnevalesca di spicco in termini quasi perfetti. Siamo davvero entusiasti di poter presentare il nostro Carnevale con il suo momento topico”, sottolinea il sindaco.

Intanto, i Carabinieri di Donnas continuano le indagini per risalire agli autori dell’atto vandalico. Indagini che, come informa Marco Scquet “si stanno presentando più difficili di quanto si pensasse. Dalle immagini delle telecamere si vedono i ragazzi in azione, ma hanno il volto coperto dalla mascherina e il cappello. Sono immagini tutt’altro che chiare. La loro individuazione sembra tutt’altro che immediata. In ogni caso, i militari dell’Arma continuano la loro attività e, oggi, riesamineranno i video. Rimane l’amarezza di un gesto vandalico inspiegabile, compiuto da chi dovrebbe essere partecipe, in prima fila, di questa festa molto sentita dagli abitanti di Pont-Saint-Martin”, conclude il sindaco Marco Sucquet.

Please follow and like us:
error

Comments are closed.

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram