Press "Enter" to skip to content

Miele, Merivot presidente Apicoltori: “Mercato fermo. Danno incalcolabile”

AOSTA – “Gli unici che non hanno subito perdite ingentissime sono gli apicoltori di Coldiretti. Hanno avuto l’opportunità di ‘vendicchiare’ in qualche mercatino”.

Marcello Merivot, presidente del Consorzio Apistico Valle d’Aosta, è disorientato. Ammette di non sapere come muoversi e di non avere alcuna possibilità commerciale alternativa. L’abolizione della Sagra del Miele e dei Mercatini di Natale ha determinato anche il ‘vuoto’ turistico.

Marcello Merivot

Il blocco di tutto e l’assenza di turisti hanno affondato il nostro settore – sottolinea -. Come Associazione, abbiamo venduto attraverso spedizioni. Ma, in minima parte. I cinquecento apicoltori valdost.ani non sanno come comportarsi. L’invenduto grava sulle spese che dobbiamo affrontare. L’inverno sta passando in sordina”

Merivot tiene a sottolineare come l’attività di cura delle api sia rimasta intatta. Il primo, durissimo lockdown non li ha neppure sfiorati. “Abbiamo ottenuto il permesso per muoverci con la massima libertà – dice -. Una parte dei miei trecento alveari è a Novi Ligure. Anche altri colleghi hanno le arnie in località fuori Valle. Il nostro è un lavoro/passione che non conosce sosta”.

Riferisce di un suo amico apicoltore residente in Francia, titolare di 500 arnie. ” Con la chiusura delle stazioni sciistiche le vendita sono crollate dell’ottanta per cento. E neppure con i clienti locali è riuscito a colmare il vuoto. Un vero disastro”.

Gli apicoltori valdostani si stanno preparando per affrontare la primavera. “Ci stiamo organizzando per conferire il nostro miele ai grossisti. Siamo disponibili ad accettare il prezzo che decidono loro, pur di vendere qualche vasetto. La grande distribuzione è l’unica catena del comparto alimentare che non ha subito alcun danno in questa emergenza“, conclude annunciando la riunione del Direttivo, il 15 febbraio, per il rinnovo delle cariche sociali. “Ci riuniremo in una sala della Cofruits dove gli spazi permettono il mantenimento delle distanze”.

Please follow and like us:
error
RSS
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram